foto Filippo Rubin
leaderboard myes

Da settembre 2021 LoSpallino.com ha una newsletter gratuita che arriva via mail una volta al mese (quando possibile) e che di volta in volta contiene un contenuto esclusivo per i suoi iscritti. Nel corso dell’ultimo anno ha incluso interviste tante interviste esclusive e alcuni approfondimenti tematici.

L’edizione di gennaio 2023 è dedicata al bilancio economico della SPAL, nello specifico a quello che inquadra il semestre gennaio-giugno 2022. La sua realizzazione si è resa necessaria per passare – dall’attuale stagione – a una scansione temporale in grado di rispecchiare gli eventi di ciascun campionato anziché comprendere i canonici 12 mesi dell’anno solare.

Qui trovi qualche anticipazione, per il resto si può dare una sbirciata su Substack, la piattaforma che usiamo per distribuire la nostra newsletter. Ci si può ovviamente iscrivere gratuitamente con il proprio indirizzo mail per ricevere la prossima edizione (arriverà all’incirca a metà febbraio), ma anche consultare l’archivio fin da subito scegliendo l’opzione “Let me read it first“.

foto Filippo Rubin

Dall’analisi realizzata in collaborazione tra Giacomo Roberto Lupi e Alessandro Orlandin emergono otto elementi d’interesse principale:

1) Da agosto 2021 a luglio 2022 Joe Tacopina e i suoi partner in affari hanno dispiegato risorse per quasi 20 milioni di euro per sostenere la SPAL.
2) I primi sei mesi del 2022 hanno fatto registrare un’altra perdita, stavolta di 8,3 milioni di euro. Tacopina ha dovuto provvedere ancora una volta al ripianamento.
3) Come era accaduto per la gestione Colombarini, l’obiettivo principale resta quello dell’equilibrio. In altre parole la società è impegnata in un percorso che la dovrebbe portare alla sostenibilità nel giro di qualche anno.
4) La SPAL sta progressivamente riducendo i costi, soprattutto grazie allo smaltimento di contratti fuori dai parametri della serie B.
5) Il saldo del mercato è positivo e Giorgio Zamuner ha fatto anche un po’ di plusvalenze.
6) La SPAL sta continuando a investire nelle strutture, soprattutto stadio e centro sportivo.
7) I parametri finanziari fissati dalla Figc sono sostanzialmente rispettati.
8) Proseguirà anche in futuro la politica di valorizzazione dei giovani, sia per capitalizzare il loro minutaggio grazie ai contributi di Lega, sia attraverso cessioni considerate remunerative.

Come detto, questa è solo una piccolissima parte del contenuto realizzato in questa occasione. Il resto lo trovate sul nostro profilo Substack, dopo aver scelto “Let me read it first. E non dimenticavi di iscrivervi, così la prossima volta riceverete direttamente la newsletter via mail.

Lascia un commento


Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard