Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

Al Frosinone capolista sono sufficienti un paio di accelerazioni per avere ragione sulla SPAL, nel Mazza più vuoto (ma per nulla silenzioso) dell’anno. Un gol per tempo porta a un passivo che, combinato con la vittoria del Cosenza e il pareggio del Brescia, manda la SPAL all’ultimo posto solitario della classifica. I biancazzurri, almeno fino al raddoppio, erano parsi decisamente più propositivi rispetto a Genova ma non sono riusciti a trovare il gol, fatto salvo quello annullato a Prati alla mezz’ora per una posizione di fuorigioco di centimetri. Un Nainggolan in versione fantasma ha abbandonato il campo dopo 45 minuti, mentre in avvio di secondo tempo La Mantia ha sciupato una ghiotta occasione sparando su Turati da pochi passi. Prossima partita domenica 5 marzo (h.15), quando a Ferrara arriverà il Cittadella.

Azioni salienti primo tempo:
6′ Nainggolan prova la conclusione da veramente lontano: tiro sghembo e palla fuori.
24′ Alla prima vera occasione della partita il Frosinone passa in vantaggio. Su cross dalla sinistra di Baez, Lucioni ruba il tempo a Tripaldelli e infila di testa Pomini.
30′ Insigne prova la conclusione a giro dal limite ma Dickmann ci mette la gamba neutralizzando il pericolo. Sul conseguente calcio d’angolo altra zuccata di Lucioni, stavolta di poco alta.
33′ Gol del pareggio annullato alla SPAL. Dopo un intervento del VAR la rete di Prati viene revocata per fuorigioco. Il centrocampista aveva segnato sfruttando una sponda di Arena sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Azioni salienti secondo tempo:
6′ Turati alza in angolo un tiro da posizione pericolosa di La Mantia, su passaggio filtrante di Maistro. Bravissimo il numero uno ciociaro, ma l’attaccante biancazzurro da quella posizione doveva fare meglio.
8′ Ancora mani nei capelli per la SPAL! Dalla destra Fetfatzidis si accentra palla al piede e lascia partire un tiro che passa pochi centimetri a lato del palo.
16′ Raddoppio Frosinone! Gran gol di Caso che dribbla Zanellato e Dickmann e poi piazza il pallone dove Pomini non può arrivare.
27′ Dopo un rimpallo fortunato Rossi (all’esordio stagionale) si ritrova la palla sul dischetto del rigore ma strozza la conclusione che si spegne sul fondo.
39′ Rossi prova a dare la scossa pescando con un cross in verticale Moncini; Turati blocca a terra il colpo di testa del numero nove.
46′ Rohden, lasciato libero sulla mezzaluna, colpisce il palo con un tiro violento.

SPAL-Frosinone 0-2 (p.t. 0-1)

SPAL (4231): Pomini: Dickmann (dal 35′ s.t. Almici), Meccariello, Arena, Tripaldelli (dal 35′ s.t. Celia); Prati, Zanellato; Fetfatzidis (dal 18′ s.t. Moncini), Maistro (dal 23′ s.t. Rossi), Nainggolan (dal 1′ s.t. Tunjov); La Mantia. A disposizione: Brazao, Dalle Mura, Zuculini, Murgia, Peda, Rauti, Rabbi. All. Oddo.

Frosinone (433): Turati; Sampirisi (dall’ 11′ s.t. Monterisi), Lucioni, Ravanelli, Frabotta; Kone, Mazzitelli (dall’ 11′ s.t. Gelli), Garritano (dal 30′ s.t. Rohden); Insigne (dall’ 11′ s.t. Caso), Moro (dal 41′ s.t. Mulattieri), Baez. A disposizione: Loria, Oyono, Bocic, Kalaj, Bidaoui, Oliveri, Borrelli. All. Grosso.

Arbitro: sig. Meraviglia di Pistoia (Ass.ti Vono e Cortese; IV Calzavara; VAR Manganiello; AVAR Paganessi).
Marcatori: 24′ p.t. Lucioni (F), 16′ s.t. Caso (F)
Ammoniti: Kone (F), Dickmann (S), Prati (S), Sampirisi (F), Pomini (S).
Note: spettatori 6.673 (167 ospiti); serata fredda e piovosa; angoli: 8-2; recuperi: 2′ p.t., 4′ s.t.



Leaderboard Mazzo
Leaderboard Derby 2019
Hangar leaderboard
Leaderboard Spidergas 2022