foto Filippo Rubin
Dinamica Media – leaderboard
Dimedia – leaderboard

La 34^ giornata ha detto che il Venezia si è sfilato – forse definitivamente – dalla lotta salvezza, lasciando nei guai un totale di sei squadre. Solo due di queste rimarranno in serie B.

Con appena quattro partite rimaste da giocare ogni punto conterà enormemente. Persino il Benevento può legittimamente sperare di agganciare un piazzamento che vale i playout grazie ai piccoli segnali di ripresa mostrati nelle ultime due giornate (2 punti contro Reggina e Palermo).

Secondo i modelli previsionali compilati dal sito statunitense FiveThirtyEight la SPAL è rimasta con un 20% di possibilità di salvezza. Il Brescia, con un punto in più arriva al 28%, il Perugia – prossimo avversario – addirittura al 44%. Per sovvertire questi numeri serve necessariamente una vittoria che sempre in base alle stime dell’algoritmo ha un 36% di possibilità di verificarsi.

Le previsioni di FiveThirtyEight sulla 35^ giornata di serie B

Com’è noto i pronostici – formulati tanto dagli esperti quanto dagli algoritmi – volano spesso fuori dalla finestra, per cui è il caso di andare oltre e dare un’occhiata alla coda di calendario che riguarda le sei pericolanti:

(@ indica una trasferta)

Qualche annotazione sparsa:
– Solo Perugia e Benevento hanno a disposizione più di uno scontro diretto per cercare punti-salvezza. A tutte le altre ne rimane solo uno.
– Nessuna dovrà incontrare Frosinone o Genoa, le due squadre che aspettano solo di stappare lo spumante per il ritorno in serie A.
– Il calendario del Cittadella rimane il più problematico in assoluto, almeno sulla carta.
– Nelle ultime tre i sentieri di SPAL e Brescia si incroceranno in maniera quasi impensabile, con sfide alle stesse avversarie, solo in ordine diverso. Il Palermo potrebbe essere a una delle ultime chiamate per rientrare nelle prime otto (nella 35^ i rosanero vanno a Como). Il Parma punta almeno al quarto posto che gli permetterebbe di partire dalle semifinali playoff. Prospettiva più complicata per il Pisa, che deve guardarsi alle spalle da una pattuglia di almeno cinque formazioni.

Finora il mini-campionato degli incroci tra pericolanti o presunte tali (escluse Como e Venezia, per ora) ha espresso questo tipo di esito:

* Brescia 13 punti totali (8 partite – media 1,62)
* Perugia 12 punti totali (8 partite – media 1,50)
* Cosenza 12 punti totali (9 partite – media 1,33)
* SPAL 11 punti totali (9 partite – media 1,22)
* Benevento 10 punti totali (8 partite – media 1,25)
* Cittadella 8 punti totali (9 partite – media 0,88)

Nel solo girone di ritorno l’andamento degli scontri diretti tra queste sei squadre è stato il seguente:

* Perugia: 7 punti su 9 disponibili (78%)
* SPAL: 7 punti su 12 disponibili (58%)
* Cosenza: 6 punti su 12 disponibili (50%)
* Benevento: 4 punti su 9 disponibili (44%)
* Brescia: 2 punti su 12 disponibili (16,6%)
* Cittadella: 2 punti su 12 disponibili (16,6%)

Vale la pena anche guardare allo stato di forma nel girone di ritorno:
(incluse Como e Venezia)

* Cosenza 19 punti
* Cittadella 17 punti
* Venezia 16 punti
* Perugia 15 punti
* Ascoli 14 punti
* SPAL 12 punti
* Benevento 7 punti
* Brescia 6 punti

È d’aiuto anche valutare lo stato di forma nelle ultime cinque giornate:
(incluse Como e Venezia)

* Venezia 12 punti
* Cosenza 9 punti
* Como 6 punti
* Brescia 7 punti
* SPAL 6 punti
* Perugia 5 punti
* Benevento 2 punti
* Cittadella 2 punti

Con l’approssimarsi dello striscione del traguardo tornerà utile anche il quadro di vantaggi e svantaggi negli scontri diretti. Il regolamento della serie B dà priorità agli scontri diretti (con eventuale classifica avulsa se le squadre a pari punti sono più di due) e ai gol segnati negli stessi. In caso di parità nella differenza reti negli scontri diretti (NON valgono i gol in trasferta) si passa alla differenza reti generale. In caso di ulteriore parità, si tiene in considerazione il numero totale di reti segnate. Se anche il numero totale di gol fatti è pari, si procede al sorteggio.

Al momento la SPAL può contare sul vantaggio negli scontri diretti con Cosenza, Benevento e Cittadella. Col Brescia lo scontro diretto è sfavorevole (sconfitta 2-0 e pareggio 2-2), mentre rimane da completare il quadro col Perugia (0-0 al “Curi”).

La differenza reti totale, altra discriminante per eventuali arrivi a pari punti, per ora è questa:
* Perugia -7
* SPAL -9
* Cittadella -13
* Benevento -14
* Brescia -20
* Cosenza -21

Con un equilibrio così fragile, anche un singolo gol potrebbe fare la differenza.



Leaderboard Derby 2019
Hangar leaderboard
Leaderboard Spidergas 2022