Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

Sono passati quasi dieci anni dall’ultima sfida tra SPAL e Torres, che andò in scena in un freddo pomeriggio al “Vanni Sanna” di Sassari il 26 gennaio 2014. La partita, valevole per il campionato di Lega Pro Seconda Divisione 2013/2014, fu di quelle considerate divertenti da vedere e finì con un 2-2 tutto sommato giusto. Fu un punto corsaro accolto in modo positivo a Ferrara perché la Torres, pur inseguendo la SPAL in classifica, era considerata la squadra più in forma del momento, tanto da arrivare all’incontro forte di tre vittorie consecutive. Quel pomeriggio i padroni di casa avrebbero forse meritato qualcosa in più della SPAL ma il grosso rimpianto fu che i sardi pareggiarono l’incontro soltanto grazie a un rigore al 94′.

Il punto fu visto di buon occhio anche per un secondo motivo, ovvero che la SPAL, nonostante arrivasse galvanizzata da una vittoria casalinga con la capolista Virtus Bassano che l’aveva proiettata al quinto posto in classifica, era volata in Sardegna abbastanza incerottata. Braiati, Di Quinzio e bomber Varricchio erano fuori per infortunio, a Giani venne l’influenza due giorni prima della partenza e Cozzolino era squalificato. In attacco Gadda schierò il nuovo arrivato Falomi, al debutto assoluto in maglia biancazzurra. Nonostante il gol (su rigore) all’esordio l’esperienza della punta a Ferrara non fu memorabile: giocò altre otto partite, quasi tutte da subentrato, e non segnò più. Contro la Torres giocò bene (servì l’assist sull’altro gol della partita) anche il secondo debuttante di giornata Sereni, che però come il compagno non fu confermato per la stagione successiva.

Torres-SPAL 2-2 (p.t. 1-1)

Torres (4231): Leone; Capogrosso, Migliaccio, Di Maio, Cabeccia; Guerri, Bottone (dal 23’ s.t. Foglia); Lisai (dal 19’ s.t. 17 Potenza), Filippini, Ciotola; Bonvissuto (dal 39’ s.t. Scarpa). A disposizione: Trini, Angelilli, Bianchi, Pingue. Allenatore: Cari.
SPAL (352): Menegatti; Paloni (dal 11’ s.t. Buscaroli), Silvestri, Lebran; Lazzari, Paro (dal 13’ s.t. Berretti), Capellupo, Landi, Sereni; Personè (dal 44’ s.t. Pandiani), Falomi. A disposizione: Coletta, Fantoni, Tessari, Vita. Allenatore: Gadda.

Arbitro: Mangialardi di Pistoia.
Marcatori: 1’ p.t. Lisai (T), 4′ p.t. Landi (S), 23′ s.t. rig. Falomi (S), 49′ s.t. rig. Filippini (T).

A fine partita mister Gadda non usò mezzi termini:

“Il rigore è inesistente. Questa è una formazione fortissima: arriverà dentro le prime otto. Hanno personalità e autorità”.

Massimo Gadda, intervista post partita

Come da previsione dell’allenatore la SPAL arrivò sesta e fu ammessa alla Lega Pro unica dell’anno successivo. La Torres ebbe un calo vistoso nel finale di stagione e nonostante ciò chiuse il campionato con soli sei punti in meno della SPAL (una vittoria in meno su 34 gare) retrocedendo in serie D dopo aver perso la semifinale play-out contro il Forlì.

Curiosità finale
La doppia sfida tra SPAL e Torres della stagione 2013/2014 arrivò anch’essa a dieci anni dall’ultimo precedente (serie C1 2003/2004). La SPAL di Discepoli vinse 0-1 l’andata (gol di Temelin al minuto 81′) e 2-0 il ritorno (doppietta di Selva, ai minuti 48′ e 55′). Quel 2-0 casalingo del 28 marzo 2004 è anche l’ultima vittoria della SPAL contro i sardi.



Leaderboard Mazzo
Leaderboard Spidergas 2022