foto ufficio stampa SPAL
Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

L’ingaggio dello svincolato Marcel Büchel (1991) segna la terza incursione della SPAL nel mercato dei giocatori rimasti liberi a inizio campionato dopo le operazioni che hanno portato a Ferrara il difensore Bassoli (1990) e l’attaccante Edera (1997). 

Il centrocampista austriaco con cittadinanza del Liechtenstein arriva di fatto con un anno di ritardo: doveva essere infatti uno dei rinforzi scelti da Fabio Lupo per puntellare la SPAL in quel momento allenata da Daniele De Rossi, ma il tecnico espresse scetticismo sul giocatore e non se ne fece nulla.

Büchel si è accordato con la SPAL fino a giugno 2025 e ha scelto la maglia numero 77 lasciata libera da Rosafio. Aveva già conosciuto il dt Fusco e il presidente Tacopina durante la sua stagione al Bologna (2014/2015), quand’era in prestito dalla Juventus.

IL PROFILO
Si tratta di un giocatore d’esperienza, dotato di grande presenza fisica e che fa della visione di gioco e della foga agonistica i suoi principali punti di forza. Alto 175 centimetri per 71 chili di peso, ha iniziato come regista classico davanti alla difesa per poi aggiungere al repertorio anche il ruolo di mezzala. Calcia principalmente con il piede mancino e nella scorsa stagione in serie B è stato schierato come vertice basso di centrocampo nel 433 dell’Ascoli, disputando 28 partite (1 gol, 1 assist). 

Le zone di campo calpestate più frequentemente da Büchel in carriera, via WyScout

LA STORIA
Nativo di Feldkirch (piccolo comune austriaco nell’ovest del paese), Büchel ha mosso i primi passi della sua carriera nel club austriaco RK Rankweil prima di approdare all’età di otto anni nelle giovanili della squadra della sua città. Dopo le parentesi nelle giovanili dello SW Bregenz (club della serie B austriaca) e del LASK Linz (club della massima categoria austriaca), decide di continuare il suo percorso giovanile nella vicina Svizzera, più precisamente al San Gallo (all’epoca in terza serie) dove riesce a debuttare nel 2008 contro la seconda squadra dello Zurigo. Nell’anno successivo viene convocato con la nazionale Under 19 austriaca in tre occasioni. Nel 2008 il Siena decide quindi di portarlo in Italia, attraverso un accordo informale con la Juventus, per farlo maturare nella squadra Primavera (45 presenze, 2 gol in due anni).

Nell’estate del 2010 si trasferisce alla Juventus debuttando con la prima squadra bianconera nella fase a gironi dell’Europa League 2010/2011. Negli anni successivi disputa poi un campionato di Lega Pro con la Cremonese e tre di serie B con le maglie di Gubbio, Lanciano e Bologna. Nel 2015 passa all’Empoli con cui esordisce in massima serie, mentre nel 2017 si trasferisce all’Hellas Verona dove disputa il suo terzo campionato di Serie A. Nell’estate del 2020 veste la maglia dell’Ascoli e con i bianconeri gioca tre campionati di Serie B, raggiungendo il traguardo delle 170 presenze in cadetteria.

In questa stagione il centrocampista è stato schierato solamente alla prima giornata di campionato (sconfitta per 3-0 contro il Cosenza) dove ha oltretutto dovuto abbandonare il campo anticipatamente al 41’ a seguito di un’espulsione maturata per un suo fallo su chiara occasione da rete. Dopo aver scontato la squalifica è stato portato in panchina in una sola occasione, ovvero nella vittoria per 3-0 con la FeralpiSalò (3^giornata). Ormai fuori dai piani della società, Büchel ha risolto il contratto con il club bianconero il 22 settembre 2023. Il giocatore ha comunque avuto modo di trovare minutaggio in questi mesi grazie alla nazionale del Liechtenstein con cui ha disputato quattro gare (tutte da titolare) tra ottobre e novembre rispettivamente contro Bosnia, Islanda, Portogallo e Lussemburgo che gli hanno fatto raggiungere quota 21 presenze con la selezione maggiore.



Leaderboard Derby 2019
Hangar leaderboard
Leaderboard Spidergas 2022