Giornata di shopping milanese per Vagnati: Poste le basi per l’arrivo di diversi under

L’ATA Hotel Executive di Milano ha ospitato oggi tanti protagonisti del calciomercato nazionale e ovviamente la SPAL non poteva mancare. Davide Vagnati si è recato nel capoluogo meneghino per intavolare un po’ di discorsi, soprattutto in funzione degli “under” necessari per completare la rosa biancazzurra e accedere ai contributi federali. Vale la pena ricordare che per ottenerli serviranno almeno otto elementi nati dopo il primo gennaio 1994 e al momento in organico ce ne sono solo due (Bellemo e Beghetto).

Per questo il ds spallino si è concentrato sui giovani, in particolare per quei ruoli ancora scoperti nello scacchiere disegnato da mister Semplici. Nella fattispecie la ricerca è concentrata sul secondo portiere, un centrale di difesa, un esterno destro, un centrocampista e un attaccante. “Oggi abbiamo posto le basi per alcune trattative – ha commentato Vagnati di ritorno da Milano – e abbiamo ricevuto il benestare da parte degli agenti dei ragazzi che stiamo cercando. Durante la prossima settimana vedremo di provare a concretizzare qualcosa per far arrivare questi giocatori in prestito”. Oltre ai prestiti restano in piedi almeno un paio di piste riguardanti l’esercito di giocatori svincolati dopo il fallimento del Parma. Uno di questi è il portiere classe 1996 Riccardo Bertozzi, che nella stagione da poco conclusa ha difeso i pali della selezione Primavera dei ducali. Non è comunque da escludere che Vagnati stia tenendo d’occhio qualche giovane interessante in uscita dai gialloblu, anche se i pezzi pregiati ormai sono già aggiudicati da tempo da club di caratura superiore.

Tutta da verificare invece è la situazione che riguarda Lorenzo Venuti, l’esterno classe 1995 di proprietà della Fiorentina di cui si parla ormai da qualche settimana. Il Pescara sta lavorando per prolungare il prestito del giocatore dopo la travagliata stagione costellata dagli infortuni, ma la presenza di Semplici a Ferrara potrebbe giocare un ruolo decisivo. La SPAL rimane alla finestra, consapevole di avere una carta in più da giocare.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0