La domenica della gioventù spallina in prestito: bene Pierfederici, Laquaglia e De Martino

Dopo l’exploit di Lorenzo Melli nella passata stagione con la maglia del Sestri Levante in serie D, ora in Lega Pro con la Lucchese e l’aumento del numero di giovani spallini mandati in prestito a farsi le ossa, LoSpallino.com ha deciso di seguirli nella loro prima esperienza nel calcio dei grandi tra serie D e Eccellenza.

SERIE D

GIANMARCO PIERFEDERICI (SAN MARINO)- Non è un prodotto del vivaio spallino, ma l’esterno offensivo classe 1996 è stato mandato in prestito all’ombra del Titano dopo esser stato tesserato al termine di un periodo di prova. La doppietta in amichevole con il Ravenna gli è valsa una maglia da titolare alla prima di campionato. In campo per 75’ nella vittoria dei Titani contro la Virtus Castelfranco per 2 a 1 (rete degli ospiti dell’ex Portuense e Giacomense Alex Rolfini). Buon primo tempo da esterno nel 4-4-2 poi lascia il posto al coetaneo Gambini arrivato dal Rimini.

MARCO LAQUAGLIA (MEZZOLARA)- L’ex capitano della Berretti di Max Varricchio subentra dopo appena 8’ del primo tempo al posto dell’ex esterno spallino Macagno. Cambio tattico per mister Bazzani (altro ex, al primo anno da tecnico) dopo l’espulsione di Gabrielli e rigore decisivo che una altro ex (che record!) Busato non riesce ad intercettare. Contro l’ambizioso Altovicentino di Laurenti (assente per squalifica), “Wolverine” ci mette fisico e personalità meritando un 6 dal Resto del Carlino.

ALESSIO ATZORI (RAVENNA)- A Ravenna papà Gianluca ha scritto pagine importanti in giallorosso. Alessio dopo l’ottimo campionato in Berretti nel ruolo di leader del centrocampo si è visto assegnare dal tecnico Marsili la numero 2, dirottato nel ruolo di terzino destro per il discorso legato agli under. Tanta sostanza nella vittoria per 2 a 1 al Benelli contro il Legnago. Altri ex in giallorosso: in campo per circa un’ora Battiloro, mentre resta in panca Del Mastio, non convocato Genuario (tutti alla SPAL nell’anno in D con Benasciutti).

DAVIDE SCARPI (LEGNAGO SALUS)- Arrivato da poco a Legnago, non viene convocato e salta il derby con Atzori.

GIOVANNI RANIERI (FOLIGNO) – Qualche buona parata, per l’ex Gubbio e Inter. Tuttavia il Jolly Montemurlo perviene al pareggio al 90’ grazie ad un errato rinvio del portiere umbro. Il Messaggero non tollera errori e gli piazza un 5 in pagella.

CORRADO CONCAS e ALBERTO MILAN (TAMAI)- In casa dell’Ital Lenti Belluno, buon esordio del regista Concas. Un suo cross induce al fallo di mano Longo e l’arbitro assegna il rigore, poi trasformato da Paladin che vale il pareggio. Al 68’ lascia il posto a Righini. Panchina per il terzino sinistro Milan.

ECCELLENZA

GIOVANNI DE MARTINO (ARGENTANA)- L’unica ferrarese a brillare nella prima giornata di Eccellenza è l’Argentana (3-0 al Cattolica). Il merito è anche del centrocampista tascabile De Martino che sblocca il match al 23’ avventandosi su una respinta corta del portiere del Cattolica. E’ da 7 la prova per La Nuova Ferrara: “segna il gol che sblocca il match, all’interno di una gara interpretata bene”. E’ la gara che segna il ritorno in campo dell’ex Marchini.

FEDERICO MERIGHI (SANT’AGOSTINO)- Il jolly di Varricchio può esserlo anche per i ramarri di Ferrari. Il Sant’Agostino perde in casa della Sampierana (3 a 1), ma “Mero” strappa la sufficienza per i colleghi de La Nuova Ferrara: “attento a centrocampo. Tenta qualche sortita nella ripresa”

FEDERICO NAVA, NICOLA BERTO, ANDREA LODI (ADRIESE)- Dei tre spallini in forza all’Adriese scende in campo dal 1’ il solo Federico Nava. Corre pochi pericoli sulla destra e gioca l’intera partita vinta per 3 a 0 sul Team Santa Lucia Golosine. L’esterno offensivo Berto subentra all’ex Dall’Ara al 31’ della ripresa. Non va nemmeno in panchina l’ex capitano della Berretti Lodi. Titolare invece un altro ex: Zanellato, che fu bomber della juniores biancazzurra di Albiero.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0