Un triennio di SPAL, giocatore per giocatore: la sorte di tutti gli acquisti dal 2013 a oggi

abbraccio SPAL-Semplici

La promozione in serie B ha concesso gloria eterna alla rosa 2015-2016. Ma sono tanti i protagonisti che hanno vestito la maglia biancazzurra nel triennio della rinascita, ossia dall’avvento dei Colombarini ai vertici della SPAL. Un pezzettino di questo traguardo è anche loro. Tra questi, alcuni addii hanno diviso il pubblico spallino: dall’addio forzato di Max Varricchio alla mancata conferma di “San Pietro” Menegatti, passando per le cessioni del vichingo Sereni e del regista Togni. Altri invece sono stati salutati con entusiasmo dal popolo biancazzurro. Con un nuovo ciclo che sta per aprirsi all’orizzonte, scegliamo di abbandonarci un po’ alla nostalgia e di raccontarvi che fino hanno fatto tutti gli acquisti di Davide Vagnati dal 2013 a oggi.

PIETRO MENEGATTI
San Pietro ha difeso la porta biancazzurra dal 2013 al 2015, accumulando 70 presenze. Nell’estate 2015 il suo contratto è scaduto e il classe 1992 si è trasferito al Cesena in Serie B, dove è la terza scelta di mister Drago dietro alla coppia Gomis-Agliardi.

JACOPO COLETTA
1 presenza nel 2013-2014. Titolare fino al ritiro, poi vice di Menegatti. Otto minuti all’ultima giornata con il Bellaria. Poi una stagione e mezza al Fondi in D, prima del passaggio a gennaio 2016 alla Lupa Castelli Romani in Lega Pro, per sostituire il presidente onorario Marco Amelia passato al Chelsea. La stagione si è conclusa con un’amara retrocessione nel girone C. Gli capita ancora di chiedere consigli a mister Scalabrelli e ricorda con grande affetto gli scherzi a casa con Manuel Lazzari.

TUPAC DI MARCO
0 presenze nel 2013-2014. D’altra parte era il terzo portiere. Trovarlo non è stato facile: una volta lasciata Ferrara è stato vicino all’Arezzo, ma non ha trovato l’accordo con Capuano e il suo staff. Oggi difende i pali del Bibbiena nella Promozione toscana, dopo aver vestito la maglia della TallaBibbienese, Prima categoria.

MARCO ALBERTONI
1 presenza nel 2014-2015. Poi al Mantova in Lega Pro via Genoa, al momento ha giocato solo una partita in Coppa Italia di Lega Pro, proprio contro la SPAL, in cui ha parato un rigore all’ex compagno Zigoni.

FEDERICO CENERINI
10 presenze nel 2013-2014. Dopo aver chiuso la stagione 2013-2014 al Gavorrano (con una presenza in Seconda Divisione), il difensore si è accasato al Gualdo Casacastalda in Serie D (38 apparizioni in due stagioni).

FABIO BUSCAROLI
23 presenze e 2 gol nel 2013-2014. Dopo essere rimasto svincolato, si è accasato in D al Romagna Centro (15 presenze). Nell’ultima stagione era stato accostato all’Argentana, ma non se ne è fatto nulla. Così “Busca” ha intrapreso la carriera di allenatore e oggi fa da vice a Matteo Rossi negli Allievi Nazionali della SPAL.

NICOLA FALCIER
0 presenze nel 2013-2014. Sfortunato difensore con un grande potenziale, ma sempre limitato da problemi fisici che hanno portato alla risoluzione del contratto a dicembre 2013. Continua a combattere con i suoi guai fisici, non ha più giocato. Segue la SPAL ed è dispiaciuto per non aver potuto mostrare il suo valore.

ANDREA PALONI
21 presenze nel 2013-2014. Il soldatino, dopo lo svincolo, vince un reality tv di Agon Channel condotto da Simona Ventura. In palio c’era un contratto con il Leyton Orient. Il reality è un flop, la squadra retrocede e le cose non vanno per il verso giusto. Ora gioca nel Cynthia in serie D (26 presenze, 1 gol).

FABIO LEBRAN
13 presenze e 1 gol nella seconda parte di stagione 2013-2014. Da un eccesso all’altro: promozione in B con il Como nel 2014-15 (23 presenze), retrocessione in D con il Savona (25 presenze) in questa stagione.

RAFFAELE D’ORSI
8 presenze nel 2013-2014. Chiude la stagione al Pavia (9 presenze). Poi una comparsata al Catanzaro (3 apparizioni) e da gennaio 2016 è al Martina Franca in Prima Divisione (13 presenze).

SAMUELE SERENI
10 presenze nel 2013-2014. Il vichingo, arrivato nel mercato invernale, è riuscito ad entrare nel cuore del tifo biancazzurro. Ma non in quelli di Oscar Brevi, che nell’agosto 2014 lo ha scaricato in favore di Matteo Legittimo. Dopo Ferrara, per lui esperienze in Prima Divisione al Pavia (21 presenze, 3 gol) e Mantova (22 presenze) dove si trova a lottare per la permanenza in terza serie.

ERIK PANIZZI
1 presenza nel 2013-2014. A gennaio 2014, passa al Vicenza in Prima Divisione, ma non scende mai in campo. Si trasferisce quindi alla Pro Patria in Prima Divisione (10 presenze), poi da gennaio 2015 alla Reggiana (4 presenze).

SIMONE FANTONI
24 presenze e 2 reti nel 2013-2014. Ci si aspettava di più dal suo mancino. Nel 2014-2015 è retrocesso in serie D con il Forlì (25 presenze e 2 gol). Nonostante un altro anno di contratto, è rimasto fuori dal progetto romagnolo senza firmare lo svincolo. Ai box per metà stagione, fino alla possibilità di accasarsi nel bresciano al Rezzato in Eccellenza. Quando non è su un campo di calcio fa l’agente immobiliare.

SIMONE ALDROVANDI
13 presenze nel 2014-2015. Era in comproprietà tra Chievo e Modena e in estate è stato riscattato dai canarini. Attualmente è in lotta per raggiungere la salvezza in serie B, 15 le sue presenze finora.

ANDREA PAPPAIANNI LENZI
0 presenze da gennaio a giugno 2015. Quest’anno ha messo a segno il suo primo gol in carriera con la maglia della Correggese in serie D (18 presenze). Farà i playoff.

MATTEO LEGITTIMO
16 presenze nel 2014-15. Dopo aver terminato la stagione 2014-2015 al Grosseto in Lega Pro (20 gettoni), quest’anno è tornato in Salento con la maglia del Lecce in Lega Pro (28 presenze).

JOHAD FERRETTI
12 presenze e un gol nel 2014-2015. Fu un altro degli acquisti estivi 2014 dirottati altrove: dopo Matera in Lega Pro (14 presenze) sei mesi di inattività, infine la chiamata dell’Albinoleffe di Sassarini. Il mister se ne è andato già diversi mesi fa (esonerato), lui cercherà la permanenza in Lega Pro attraverso i playout.

CARLO ALBERTO CALVETTI
0 presenze nella seconda parte di stagione 2013-2014. Qualche gettone in Lega Pro con il Martina Franca (3 per la precisione), poi la discesa in Serie D a due passi da casa con il Villafranca Veronese (19 apparizioni).

EDOARDO BRAIATI
8 presenze nel 2013-2014. E’ il punto in comune tra l’anno della D della Real Spal e la rinascita. Nel 2014-2015 è alla Portuense in Eccellenza, in questa stagione è retrocesso in Promozione con la maglia della Copparese. Frequenta la curva Ovest e gestisce anche un bed&breakfast a Monestirolo.

STEFANO CAPELLUPO
33presenze e 2 reti nel 2013-2014. Lasciata Ferrara, per lui due stagioni in serie D con le maglie di Delta Porto Tolle (29 presenze, 5 gol) e Forlì (27 presenze, 2 gol) dove ritrova Gadda e Personé, due compagni d’avventura in biancazzurro.

ANDREA LANDI
52 presenze e 3 gol in campionato dal 2013 al 2015. Inizia l’ultima stagione con la maglia dell’Imolese in serie D (11 presenze) per poi trasferirsi nello stesso girone alla Correggese (19 presenze, 1 gol) dove ritrova Pappaianni.

DIEGO VITA
5 presenze nel 2013-2014. Dopo l’esperienza ferrarese l’esterno offensivo si ritrova in serie D con la maglia del Villafranca Veronese e trascina i veneti alla salvezza con 13 gol in 28 presenze. L’exploit gli vale una chiamata in Lega Pro con la Lucchese, ma non ha miglior fortuna rispetto all’esperienza spallina (7 presenze). A dicembre, torna in D con la sua Massese (13 presenze, 2gol) dove fa coppia in attacco con l’ex Lazio e Brescia Simone Del Nero.

MATTEO BERRETTI
15 presenze e 2 reti da dicembre 2013 a giugno 2014. L’estate seguente scende di categoria all’Agropoli dove segna 12 reti in 28 partite, poi al Jolly e Montemurlo in D (25 presenze).

MATTEO PARO
14 presenze nel 2013-2014. Il regista, fuori dal progetto di Brevi, passa al Mantova di Ivan Juric in Lega Pro dove indossa la fascia di capitano (29 presenze e 2 gol). Poi dopo dieci anni ritorna a Crotone in serie B proprio per seguire mister Juric. Vive la storica stagione della promozione in serie A del club calabrese scendendo in campo 13 volte.

ALBERTO BANZATO
8 presenze nel 2013-2014. Lascia la squadra a gennaio passando in prestito alla Sambonifacese in serie D (9 presenze, 1gol). L’anno dopo è al Thermal Ceccato in serie D (22 presenze). Ritorna in Spagna a Barcellona dove si era trasferito da bambino, quando giocava con le maglie del Castelldefels e Ferron Martorell.

TOMMASO ARRIGONI
12 presenze da gennaio a giugno 2014. Il centrocampista nella stagione successiva retrocede in D con la maglia del Forlì (24 presenze). Resta tra i professionisti in Romagna al Santarcangelo (12 presenze) e centra la salvezza.

MATTEO MONTORSI
0 presenze nella stagione 2013-2014. A gennaio, passa al Cuneo in Seconda Divisione, ma non scende mai in campo. Svincolato, gioca per una squadra di Prima categoria nel modenese, la Rosselli Mutina, che trascina in Promozione con 19 reti. In questa stagione i suoi gol e i suoi assist sono valsi la salvezza.

VALERIO NICOLO’ ROSSETI
10 presenze e 1 gol nel 2013-2014. A gennaio 2014 si trasferisce al Poggibonsi in Seconda Divisione (11 presenze, 1gol), ma retrocede in D. Veste di nuovo la maglia del club toscano l’anno successivo e si scopre bomber arrivando in doppia cifra (29 presenze, 10 gol), segnando più del fratello Lorenzo, attuale attaccante del Cesena in prestito dalla Juventus. La Lucchese in questa stagione gli offre una nuova chance in Lega Pro (9 apparizioni), ma a gennaio è di nuovo in D con la maglia del Viareggio (12 presenze, 1gol).

GIORGIO CAPECE
31 presenze nel 2014-2015. Poi è alla corte di Eziolino Capuano all’Arezzo in Lega Pro dove è uno degli elementi fondamentali (32 presenze, 2 gol) nella pur tribolata stagione amaranto.

RICCARDO ROSINA
1 presenza nel 2014-2015. Rimane svincolato, in questa stagione è all’Este in serie D (24 presenze, 1 gol).

ROMULO EUGENIO TOGNI
30 presenze e 3 gol nel 2014-2015. Nell’estate 2015 ha fatto ritorno all’Avellino, ma senza disfare le valigie visto il mancato coinvolgimento nel progetto tecnico di Tesser. A gennaio 2016 si accasa alla sorprendente Maceratese, matricola terribile del girone B di Lega Pro (13 presenze), con la quale disputerà i playoff.

ANDREA TESSARI
0 presenze da gennaio a giugno 2014. La mezzala veneta arrivata dal Poggibonsi si presentò con un virus neuromuscolare che fece temere per la sua carriera. Trascorse la stagione spallina in cura, prima di riprendersi brillantemente e ricominciare a giocare con la maglia dell’Este in serie D (21 presenze, 1 gol). In questa stagione è stato protagonista con la maglia del Legnago Salus in serie D (26 presenze, 2 gol).

MATTEO GERBAUDO
7 presenze da gennaio a giugno 2015. Il centrocampista scuola Juventus l’estate scorsa è passato in prestito alla Carrarese in Lega Pro (18 presenze). I tanti problemi societari non negano la salvezza sul campo ai ragazzi di Remondina.

ALBERTO FILIPPINI
22 presenze e 1 gol nel 2014-2015. Ci si aspettava qualcosa di più da lui in maglia biancazzurra. Si riscatta nella sorprendente stagione da matricola in Lega Pro del Pordenone assieme ad altri ex come De Cenco, Cosner e Berrettoni. Per l’esterno offensivo dei ramarri friulani 23 presenze e 8 reti, un contributo importante per il raggiungimento dei playoff. Per la rincorsa alla serie B il primo ostacolo sarà la Casertana.

VALERIO NAVA
16 presenze da gennaio a giugno 2015. Il laterale mancino è salito di categoria vestendo la maglia dell’Ascoli in serie B (5 presenze). Il Picchio a gennaio lo ha rimandato in Lega Pro, ma l’ex Atalanta è una delle valide pedine a disposizione di Venturato che col suo Cittadella (11 presenze) riconquista la cadetteria.

GIUSEPPE COZZOLINO
31 presenze e 7 gol nel 2013-2014. E’ il colpo di mercato della stagione della rinascita. Dopo la pausa natalizia qualcosa si rompe. A giugno passa, dopo un tira e molla, al Delta Rovigo convinto di poter esser ripescato in Lega Pro, invece scende in serie D (17 presenze, 16 gol). A dicembre 2014, altro trasloco col trasferimento all’ambizioso Altovicentino (18 presenze, 5 gol). Divenuto papà di una bimba, in questa stagione trascina con ben 30 reti il Castelvetro, formazione modenese, in serie D.

JURGEN PANDIANI
17 presenze nel 2013-2014. Passa al Delta desideroso di risalire in Lega Pro (23 presenze, 2 gol). In questa stagione è stato uno dei protagonisti dell’ambiziosa matricola Lentigione in serie D (33 presenze, 4 gol) con gli ex Vecchi e Savi.

MASSIMILIANO VARRICCHIO
27 presenze e 20 gol nel 2013-2014. Capitano e capocannoniere della promozione in Lega Pro unica, il bomber spallino viene messo da parte con l’arrivo in panchina di Oscar Brevi. Inizia la carriera di allenatore guidando la Berretti spallina ai playoff, la prima formazione giovanile a centrare una fase nazionale dalla rinascita della SPAL. Confermato alla guida della Berretti, viene in seguito esonerato all’inizio del girone di ritorno con la squadra agganciata al treno dei playoff. Al momento è inattivo.

MANUEL PERSONE’
23 presenze e 4 gol nel 2013-2014. Nella stagione successiva non trova mai la rete in Lega Pro dividendosi fra Albinoleffe (13 presenze) e Aversa Normanna (9 apparizioni). A Forlì in serie D ritrova gol (11 in 35 presenze) e Massimo Gadda in panchina.

NICOLA FALOMI
9 presenze e un gol da gennaio a giugno 2014. Nella stagione successiva passa all’Altovicentino in D (5 presenze, 1 gol), poi nella seconda parte di stagione ritorna tra i professionisti al Melfi (6 apparizioni). Svincolato, trova una maglia ad ottobre con la Vis Pesaro in serie D (24 presenze, 11 gol) e chiude in doppia cifra.

GIORDANO FIORETTI
18 presenze e 8 gol nel 2014-2015. Le sirene di mercato del gennaio 2015 e l’arrivo di Zigoni lo allontanano dalla SPAL e in estate viene ingaggiato dalla neopromossa Maceratese. Con i marchigiani vive una partenza a razzo e segna il gol dell’ex proprio contro la SPAL, una rete che interrompe una striscia positiva di 21 gare. Un infortunio condiziona la parte centrale della sua stagione. Chiude comunque in doppia cifra (25 presenze, 10 gol) e con la Rata ai playoff.

LUCA VERATTI
4 presenze nel 2014-2015. L’ex promessa del Bologna non lascia traccia in biancazzurro. A giugno è vittima di un’aggressione mentre è in un locale con la fidanzata, miss Ferrara 2013. Proprio l’intervento della ragazza evita il peggio. Riparte dal Melfi in Lega Pro (3 presenze), ma a dicembre scende in D con la maglia del Poggibonsi (13 presenze, 2 gol).

EMANUELE ROVINI
14 presenze da gennaio a giugno 2015. In estate arriva la Pistoiese a dargli fiducia. Una stagione al di sotto delle attese per la squadra di Alvini, ma gli orange riescono comunque a salvarsi. Per il fantasista una buona stagione a livello personale con i primi gol da professionista (6 in 21 presenze).

DOMENICO GERMINALE
18 presenze e 5 gol nel 2014-2015. Chiude la stagione con la maglia dell’Alessandria nel girone A (13 presenze, 1 gol) nell’ambito di uno scambio con Pappaianni. In estate, si sposta al Bassano pronto a sferrare l’attacco alla serie B. Parte bene con 4 reti in 11 partite, ma si infortuna contro il Lumezzane a dicembre e la stagione per lui finisce lì. Il Bassano intanto si è qualificato per il secondo anno consecutivo ai playoff.

CAIO DE CENCO
14 presenze nel 2014-2015. L’attaccante brasiliano chiude l’anno nello stesso girone con la maglia del Pontedera, dove trova minuti e gol (4 in 16 presenze). Da comparsa in maglia biancazzurra ad assoluto protagonista dell’exploit del Pordenone che approda ai playoff per la Serie B. Con i ramarri l’attaccante resta fino a gennaio perché i suoi 8 gol in 14 partite gli valgono la chiamata del Trapani dei miracoli di Serse Cosmi, che ha necessità di allargare il parco attaccanti. Fa la riserva (5 presenze), ma potrebbe passare dai playoff per la B a quelli per la A con la maglia dei siciliani.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0