TMW sgancia la bomba: Vagnati vicinissimo al Parma. Fonti locali confermano l’interesse

Vagnati è pronto a lasciare la SPAL in favore del Parma? La clamorosa indiscrezione è stata lanciata poco dopo le 22 di venerdì da Tuttomercatoweb: secondo il noto portale di calciomercato l’attuale ds spallino starebbe trattando la rescissione del suo contratto per prendere il posto di Lorenzo Minotti nel club ducale.

Una prospettiva che a prima vista sembra totalmente fuori dal mondo, ma che nel corso delle ore – con le opportune verifiche – ha assunto contorni se non altro plausibili. Anche se da qui a dire che Vagnati andrà al Parma c’è ancora parecchia strada.
Il telefono di Vagnati è risultato non raggiungibile fin dal momento dell’uscita della notizia e da via Copparo non è giunta – finora – alcuna smentita ufficiale o anche solo ufficiosa. Solo un certo senso di smarrimento. Fatto abbastanza normale se si considerano l’orario e il giorno. Tuttavia fonti parmensi hanno confermato che Vagnati fa parte della lista dei candidati presi in considerazione dalla proprietà gialloblù. Non è chiaro se una proposta vera e propria sia stata recapitata a Vagnati, ma a questo punto il contatto sembra essere più di un’eventualità. I ducali, attualmente ottavi in classifica nel girone B di Lega Pro a -5 dal Pordenone capolista, starebbero valutando anche il profilo di Pasquale Sensibile (appena congedato dal Trapani), ma sempre secondo i rumours la precedenza andrebbe a Vagnati. Lo dimostra anche il rumore prodotto in rete dall’indiscrezione, che ha immediatamente provocato un’impennata di ricerche su Google col nome dello stesso Vagnati.

trends

Le incongruenze rimangono molte. A partire dalle formalità, visto che il regolamento FIGC riservato ai direttori sportivi non permette trasferimenti a stagione in corso ai ds già sotto contratto:

ds

Possibile che tale norma possa essere aggirata? Al netto di questo interrogativo, ne rimangono altri. Perché Vagnati, uomo di fiducia – se non proprio di famiglia – di Mattioli e dei Colombarini dovrebbe lasciare una SPAL che va alla grande in serie B per una (pur nobile) squadra di Lega Pro? E se anche volesse fare questa esperienza, perché nel bel mezzo della stagione ed a pochi mesi dalla firma di un rinnovo fino al 2018? Interrogativi a cui probabilmente sarà possibile dare risposta solo nella mattinata di sabato. Proprio nella giornata in cui la SPAL è attesa da una partita delicatissima.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0