Lanni e il fango tengono impantanata la SPAL, l’1-1 di Antenucci arriva in rimonta su rigore

Una SPAL generosa e altrettanto sfortunata viene bloccata in casa dall’Ascoli sul risultato di 1-1. I ragazzi di Leonardo Semplici hanno mostrato ben altro piglio rispetto a quanto visto sette giorni fa a Vicenza, dominando in lungo e in largo per tutti i novanta minuti, con diverse occasioni create sulle quali Lanni si è superato di volta in volta; il pareggio di Antenucci nel finale ha solamente evitato una beffa clamorosa per i ferraresi.

Semplici risolve gli ultimi dubbi di formazione inserendo Cremonesi al posto dello squalificato Giani in difesa, facendo esordire dal primo minuto Costa sulla sinistra e confermando Castagnetti in mezzo al campo. L’Ascoli, invece, si schiera col 343 e pressa molto alto nei primi minuti, mettendo in difficoltà la prima impostazione spallina, spesso costretta a ripartire da Meret. Appena però i marchigiani abbassano il baricentro è la SPAL a prendere in mano il gioco e già al 7’, sulla punizione di Schiattarella che finisce poco lontana dal palo, Lanni tira un bel sospiro di sollievo. Al 15’ bel fraseggio sulla trequarti, con Antenucci che trova l’imbucata giusta per Floccari, ma la conclusione della punta è debole. L’Ascoli si vede solo al 22’ con un tiro centrale dalla distanza di Cassata che arriva tra le braccia di Meret. Due minuti dopo episodio da moviola, con Augustyn che sbaglia il retropassaggio e trattiene Floccari lanciato a rete, ma per Baroni è solo giallo. La SPAL intensifica la sua azione e al 33’ ancora Floccari si muove bene lungo la linea del fuorigioco, aggira Lanni e mette in mezzo, dove prima Antenucci viene anticipato da un difensore e poi Lazzari non trova lo specchio della porta. Al 37’ ancora Lazzari calcia sul primo palo non sorprendendo Lanni che mette in angolo. Al 39’ miracoloso intervento del portiere bianconero sul tiro di Floccari, più lesto di tutti a calciare in mezzo a tante gambe in area di rigore dopo il cross di Costa. Un primo tempo in cui davvero è mancato solo il gol per gli spallini rischia di essere rovinato nel finale quando Favilli, su un cross a rientrare dalla trequarti, salta più in alto di tutti e quasi trova la deviazione decisiva.

La ripresa inizia com’era finita la prima frazione di gioco e al 51’ Cremonesi non arriva in tempo per colpire di testa indisturbato su cross di Schiattarella. L’Ascoli risponde cinque minuti dopo su una ripartenza di Orsolini, con Meret che deve allungarsi sul tiro di Giorgi dal limite dell’area. SPAL vicinissima al vantaggio al 58’ con Costa che intercetta sulla trequarti, il pallone arriva a Schiattarella in area e ancora un Lanni decisivo esce con il tempo giusto e mette in angolo sul tiro del centrocampista campano. La SPAL non demorde e al 67’ Lanni, in giornata davvero di grazia, vola sul tiro di destro diretto nel “sette” di Floccari. Un minuto dopo arriva la beffa per i padroni di casa, con Favilli che svetta di testa in mezzo all’area e batte Meret. Che per i ragazzi di Semplici non sia una giornata fortunata lo si capisce anche al 73’ quando, a Lanni battuto, è la traversa dire no al colpo di testa di Floccari. L’Ascoli sfiora il raddoppio con Gatto dalla distanza, ma sulla ripartenza ferrarese Giorgi colpisce con la mano in area il cross di Lazzari; è rigore e dal dischetto Antenucci non lascia scampo a Lanni. I padroni di casa, spinti dal pubblico, cercano il 2-1 e lo sfiorano all’84’ quando il fango in area favorisce il rocambolesco tiro di Mora, ma Gigliotti salva miracolosamente sulla linea. Non succede più nulla fino al termine, con soli tre minuti di recupero concessi e una SPAL che deve accontentarsi del pareggio, con comprensibile malumore.

SPAL-Ascoli 1-1 (pt 0-0)

SPAL (352): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; M. Lazzari, Schiattarella, Castagnetti, Mora, Costa (dal 40’ s.t. Zigoni); Antenucci, Floccari. A disp.: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Arini, Finotto, Schiavon, Del Grosso, Ghiglione. All.: Semplici.

Ascoli (343): Lanni; Augustyn, Mengoni, Gigliotti; Almici, Addae, Giorgi (dal 40’ s.t. Slivka), Felicioli; Orsolini (dal 18’ s.t. Gatto), Favilli (dal 28’ s.t. Perez), Cassata. A disp.: Ragni, Bentivegna, Carpani, F. Lazzari, Mignanelli, Mogos. All.: Aglietti.

ARBITRO: Sig. Baroni di Firenze (ass.ti: Dei Giudici e Colarossi)
RETI: 23’ s.t. Favilli (A), 32’ s.t. Antenucci su rig..
AMMONITI: Addae (A), Augustyn (A), Lanni (A), M. Lazzari (S), Cassata (A), Mora (S).
NOTE: pomeriggio freddo e piovoso, campo in discrete condizioni. Angoli: 8-4. Recuperi: 0′ p.t, 3′ s.t. Spettatori: 7.691 di cui 4.231 abbonati.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0