Bonifazi suona la sveglia, Antenucci completa la rimonta: SPAL sempre più sola in vetta

È un passo probabilmente decisivo quello che ha fatto la SPAL oggi vincendo in rimonta per 2-1 al “Francioni” di Latina, contro i padroni di casa ormai sempre più fanalino di coda di questo torneo. Una vittoria sofferta, arrivata più grazie alle giocate dei singoli, che manda i biancazzurri a otto punti di vantaggio sul Frosinone, terzo in classifica e sconfitto oggi a Terni, e ben tredici sul quarto posto, con sole cinque giornate di campionato ancora da disputare.

Nell’undici iniziale Semplici ritrova Bonifazi in difesa, preferisce Arini a Castagnetti in mezzo al campo e concede un’ulteriore possibilità a Finotto che contro il Trapani non aveva brillato. Il Latina, invece, recupera Corvia e, come all’andata, sceglie le tre punte per portare una pressione altissima a inizio azione sui tre difensori spallini. Dopo dieci minuti di grande equilibrio, Insigne, al 12’, approfitta di una regola del vantaggio concessa dal signor Abisso e serve in area Corvia che di destro infila Meret in diagonale. La SPAL pareggia immediatamente, due minuti dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Bonifazi che in acrobazia firma il suo quarto gol stagionale. La partita diventa bella, anche per alcuni errori tecnici. Al 19’ è Pinsoglio a sbagliare il rinvio, servendo Antenucci che dal limite dell’area calcia però a lato. Al 23’ non fa certo meglio la difesa spallina che sbanda con Vicari e Costa, ma Insigne a tu per tu con Meret si fa ipnotizzare dall’estremo difensore estense. Qualche problema in marcatura anche al 28’ con De Giorgio che da pochi passi non angola bene il colpo di testa, favorendo la parata del numero uno spallino. Le due squadre rallentano i ritmi e nel finale di primo tempo non si registrano altre palle-gol.

L’inizio della ripresa non è molto diverso, almeno fino al 55’ quando Schiattarella si inventa un lancio alle spalle della difesa laziale per premiare l’inserimento di Costa, ma il controllo dell’esterno non è dei migliori e Pinsoglio in uscita lo chiude. Un minuto dopo ci prova anche Finotto, con il portiere di casa ancora bravo ad opporsi. La svolta della partita potrebbe arrivare al 58’ quando Bonifazi si prende il secondo giallo nell’arco di nove minuti; Semplici però spiazza tutti e, anziché mettere il terzo difensore, opta per il cambio Zigoni-Finotto. Ancora una volta la mossa del tecnico si rivela azzeccata, perché al 68’, su un’iniziativa personale di Lazzari, Antenucci anticipa tutti in area e segna il gol del 2-1. Trovato il vantaggio, Semplici cambia lo schieramento ma non gli uomini, passando al 441 con Antenucci a sacrificarsi come esterno di centrocampo a destra, prima di lasciare il posto a Schiavon. Il Latina ci mette tanta volontà, arrivando alla conclusione al 42’ di testa con Buonaiuto, ma il fortino della SPAL tiene botta e, con il Frosinone respinto con perdite a -8, il sogno Serie A è sempre più vicino.

Latina-SPAL 1-2 (pt 1-1)

Latina (343): Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore (dal 32’ p.t. Nica), Garcia; Bruscagin, De Vitis, Bandinelli, Pinato (dal 25’ s.t. Rolando); Insigne (dal 15’ s.t. Buonaiuto), Corvia, De Giorgio. A disp.: Grandi, Varga, Di Nardo, Mariga, Maciucca, Jordan. All.: Vivarini.

SPAL (352): Meret; Bonifazi, Vicari (dal 22’ s.t. Gasparetto), Cremonesi; Lazzari, Schiattarella, Arini, Mora, Costa; Finotto (dal 18’ s.t. Zigoni), Antenucci (dal 35’ s.t. Schiavon). A disp.: Poluzzi, Silvestri, Castagnetti, Del Grosso, Ghiglione. All.: Semplici.

ARBITRO: Sig. Abisso di Palermo (ass.ti: Chiocchi e Rossi; q.to uomo: Giuia)
RETI: 12’ Corvia (L). 14’ Bonifazi (S), 23’ s.t. Antenucci (S).
AMMONITI: Corvia (L).
ESPULSI: Bonifazi (S) al 13′ s.t. per doppia ammonizione.
NOTE: pomeriggio soleggiato, campo in discrete condizioni. Angoli: 6-3. Recuperi: 2′ p.t, 5′ s.t. Prima della partita osservato un minuto di silenzio in memoria del ciclista Michele Scarponi.

Per la foto si ringrazia Paola Libralato

0