Giù il sipario sulla campagna abbonamenti: si chiude poco sopra quota ottomila

La campagna abbonamenti 2017-2018 della SPAL si è chiusa con 8.103 sottoscrizioni. A questo numero vanno sommati gli 800 posti riservati dalla società in favore degli sponsor, con il totale che lievita a 8.903. E’ il miglior dato dal 1991, anno in cui venne sfondata quota 10mila (in C1!) sotto la gestione Donigaglia. Considerata la capienza totale di 12.348 spettatori, significa che il “Paolo Mazza” per le gare casalinghe sarà pieno per il 72% già in partenza. Rimarranno in vendita poco meno di duemila biglietti per ciascuna partita, mentre 1.508 saranno riservati agli ospiti.

La biglietteria societaria è stata trasferita al Centro Sportivo SPAL “GB Fabbri” in via Copparo ed avrà nuove aperture per ritiro delle tessere del tifoso precedentemente sottoscritte online. Le giornate e gli orari di apertura saranno: mercoledì 23 agosto dalle 15,30 alle 18,30 e giovedì 24 agosto dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30. Per ulteriori informazioni, il numero della Biglietteria da consultare è 0532/593173 con digitazione interno 8.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0