La concretezza di Paloschi, la solidità della difesa. Borriello e Viviani prendono gialli pesanti

Una SPAL tenace vede svanire a dieci minuti dalla fine la vittoria contro la Fiorentina. La squadra di Semplici ha confermato quelle che sono state le caratteristiche delle ultime sfide, ovvero una grande applicazione difensiva, pochi fronzoli e tanto cinismo nell’area avversaria. Ottima la prova del reparto arretrato e conferme per Paloschi, mentre da rivedere per intero il reparto di centrocampo.

GOMIS 6,5 – Dopo un un primo tempo contraddistinto dal lungo (e spesso sterile) possesso palla viola in cui è sostanzialmente spettatore, si supera al 52’ sulla bella conclusione da fuori di Babacar, mentre sul gol è incolpevole.

SALAMON 6,5 – Il centrale polacco domina in area sul gioco areo e anche sui fraseggi avversari si dimostra sempre molto attento e ben posizionato. Esce a inizio secondo tempo per una botta alla testa. (dal 1’ s.t. OIKONOMOU 5 – Tiene bene fino al pareggio della Fiorentina, che trova la combinazione giusta entrando nella sua zona. Nel finale si prende il doppio giallo per aver fermato Chiesa in contropiede)

VICARI 7 – Sfida non semplice contro il “Cholito” Simeone, ma il difensore romano è praticamente perfetto in ogni chiusura su cui viene chiamato.

FELIPE 7 – In difesa gestisce la situazione con esperienza, mentre è un fattore decisivo nell’area toscana, dove prima manca l’1-0 da pochi passi per merito di un grande riflesso di Sportiello, poi propizia il gol di Paloschi con il suo colpo di testa che finisce sul palo.

LAZZARI 6 – Qualche accelerazione nei primi minuti, con Chiesa e Olivera che ci mettono un po’ a prendergli le misure. Nella ripresa qualche errore di troppo in fase di ripartenza, compensato da un’ottima prestazione difensiva su Chiesa.

SCHIATTARELLA 6 – Al rientro dalla squalifica, tiene la posizione con ordine, ma di guizzi oggi non ne ha avuti molti.

VIVIANI 6 – Poco nel vivo del gioco, ma sui calci da fermo è la solita sentenza, innescando in entrambe le occasioni i colpi di testa di Felipe ed alla seconda occasione il suo cross va a referto come assist. Commette però un grosso errore nel finale, quando in occasione del doppio giallo a Oikonomou si prende il giallo per proteste, pur essendo diffidato.

GRASSI 6 – Nel primo tempo è il più in difficoltà dei tre in mezzo, con diversi palloni persi. Nella ripresa meno errori ed il grande merito di aver salvato a pochi passi dalla porta sulla conclusione di Sanchez. (dal 32’ s.t. SCHIAVON s.v.)

MATTIELLO 6 – Soffre inizialmente il brio di Bruno Gaspar, poi lo argina senza troppi problemi. In attacco però non si vede praticamente mai, tranne a cinque minuti dalla fine quando prova una giocata “alla Rizzo” per trovare il 2-1.

BORRIELLO 5,5 – La sosta non sembra aver migliorato la sua condizione più di tanto e anche oggi l’attaccante ex Cagliari non si è visto quasi mai, conquistando anche il giallo che gli farà saltare la sfida col Chievo per squalifica. (dal 12’ s.t. FLOCCARI 6,5 – Al rientro dopo più di due mesi lotta come un leone e dispensa anche qualche bella giocata di qualità)

PALOSCHI 7 – Si sacrifica un po’ più del suo compagno di reparto, ma a differenza sua conferma quella che è la sua dote migliore, ovvero il fiuto del gol in area di rigore, firmando il gol dell’1-0 e vedendosi annullato il 2-0 per un fuorigioco millimetrico.

SEMPLICI 6.5 – La sua SPAL continua a crescere e questo forse conta più della vittoria sfumata contro la sua ex squadra. Ormai la squadra ha una sua identità consolidata e solo una giocata di due grandi giocatori finisce per togliere tre punti che sarebbero stati meritati.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0