Ripresa degli allenamenti con diverse assenze. Giovedì amichevole col Delta Porto Tolle

Smaltite le fatiche post-Udine nel giorno di riposo concesso ieri, per la SPAL è già tempo di rimboccarsi le maniche e rimettersi al lavoro. Nel pomeriggio di martedì, sul campo di via Copparo, i ragazzi di Semplici hanno ripreso ad allenarsi in vista del delicato impegno contro l’Inter, aprendo e porte al pubblico nel classico appuntamento settimanale. Assenti Borriello, Paloschi (influenza), Schiavon, Della Giovanna e il nuovo arrivato Everton Luiz (alle prese con alcune lungaggini burocratiche legate al suo status di extracomunitario) mentre gli acciaccati Salamon e Pa Konate hanno ripreso a correre e calciare il pallone.

Sul campo c’era anche Luca Mora, una presenza che non pregiudica però l’ormai imminente separazione tra Ferrara ed uno degli eroi della promozione. Il centrocampista ha fatto una breve apparizione sul campo, ma è rientrato dopo poco negli spogliatoi, un segnale forte che conferma le indiscrezioni che lo vedono prossimo ad accasarsi a La Spezia, dove ritroverà il compagno di mille battaglie Nicolas Giani. Davanti ad un buon numero di tifosi, i biancazzurri hanno effettuato una serie di giri di campo ed esercitazioni col pallone, suddivisi rispettivamente in due blocchi da una parte all’altra del campo.
Per la sfida di domenica resta ancora qualche dubbio di formazione da sciogliere, con i prossimi quattro giorni che saranno decisivi per chiarire qualche ballottaggio soprattutto a centrocampo. Semplici potrà sperimentare nell’amichevole fissata per giovedì pomeriggio al campo n.1 di via Copparo: i biancazzurri riceveranno il Delta Porto Tolle, formazione attualmente ottava in classifica nel girone C di serie D. Il calcio d’inizio è fissato per le 15 con ingresso libero per il pubblico.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0