Il Kleb promette stabilità ai tifosi: Spazzeremo via i nuvoloni, vogliamo riempire il palazzetto

Dopo la presentazione ufficiale in Comune davanti a Sindaco e organi di stampa, il Kleb Basket Ferrara targato Francesco D’Auria ha voluto incontrare i propri appassionati rigorosamente davanti ad un piatto di cappellacci al ragù. L’occasione infatti è stata la Sagra dello Scottadito organizzata dalla 4 Torri e dal suo presidente Luigi Moretti, che ha fatto gli onori di casa ed è stato il primo a prendere la parola e a rispondere ad alcune incalzanti domande dei tifosi presenti: “Ribadisco che il nostro obiettivo quest’anno sarà quello di portare famiglie e bambini al palasport, che negli ultimi anni si è svuotato in modo evidente. Per questo, grazie anche alle mie conoscenze in ambito di pallacanestro giovanile, contatterò tutte le società di Ferrara e provincia per far sì di ospitarle alle nostre partite in casa. La nostra intenzione è di partire molto presto con la campagna abbonamenti, e mi piacerebbe che i prezzi fossero inferiori rispetto a quelli dell’anno passato, anche solo di un euro, giusto per lanciare un segnale”. Poi un accenno alle risorse disponibili per costruire la squadra: “Possiamo anche avere un budget inferiore rispetto al precedente, ma una buona squadra di pallacanestro si costruisce soprattutto con le idee, e non solo con i soldi”.

E’ stato poi il turno del neo-presidente D’Auria, che ha voluto presentarsi ai propri supporters e mettere freno alle prime critiche sopraggiunte: “Vi garantisco che il nostro è un progetto serio, che vuole durare più anni. Non siamo di passaggio, e fra un anno non saremo qui a riparlare di nuvoloni grigi sul futuro del basket ferrarese, perché non vi saranno ragioni per farlo. Abbiamo confermato chi tanto bene aveva fatto nella scorsa stagione, ovvero direttore sportivo e allenatore. E ripartiremo da tre giocatori per noi importantissimi. Capisco che vogliate stabilità, anche vedendo ciò che ci sta accadendo attorno, e starà a noi dare il massimo per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati. Dispiace per chi ci ha lasciato, ma avremo tempo per rimpiazzarli al meglio”.

E non poteva mancare la domanda degli appassionati estensi sul tanto chiacchierato addio di Moreno, che ha preferito le sirene centesi al rinnovo di contratto propostogli da Ferrara. A dare una risposta ci ha pensato coach Bonacina: “E’ semplice, a parità di offerte Yan ha scelto il progetto di Cento. Siamo professionisti, sono cose che accadono spesso, certo dispiace tanto per il rapporto che si era creato, che però rimarrà nonostante non saremo più dalla stessa parte. E sarà la stessa cosa anche con Cortese, che ha preferito – giustamente – puntare più in alto”.

La sensazione è che la prossima sarà una stagione di lacrime e sangue, e le parole del coach lo confermano: “E’ normale che i top players si accasino in società che possono disporre di tanto denaro. Noi facciamo affidamento sulle nostre idee, stiamo costruendo una squadra giovane attorno al trio Panni-Molinaro-Fantoni che abbiamo voluto confermare. Abbiamo già annunciato Mazzoleni e Barbon e ormai concluso per un altro prospetto interessante (De Zardo; ndr). Inoltre abbiamo in saccoccia altri due nomi”.

Presente all’appuntamento anche Alessandro Panni, fresco di rinnovo e acclamato a più riprese dalla sua tifoseria, che ha voluto fortemente la sua permanenza: “Ferrara è stata sempre la mia prima scelta, sono contento di iniziare questo nuovo percorso insieme a voi. I propositi della nuova proprietà sembrano buoni, i tifosi chiedono stabilità ed è giusto che sia così. Speriamo di fare una buona stagione, ritroverò due vecchi compagni di viaggio, mentre dispiace che ci abbiano lasciato Cortese e Moreno, ma le loro sono scelte da rispettare. Io personalmente mi aspetto molto da Molinaro, che è un giocatore di grande talento e potrà esplodere, mentre Fantoni rappresenterà sicuramente per noi l’esperienza e il carisma. Continuerò ad allenarmi a Ferrara fino a fine giugno, poi mi aspettano dieci giorni di vacanza in Sardegna prima di tornare qui e prepararmi al meglio per la nuova stagione”.

Durante la serata è stato svelato anche il nuovo logo, che riprende quello dell’anno scorso con l’aggiunta del marchio 4 Torri ai due lati, così da sancirne l’entrata nell’orbita del Kleb come settore giovanile ufficiale.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0