Un mago nello staff di Semplici: preso Gianni Vio, specialista degli schemi su calcio piazzato

Il mercato estivo in casa SPAL sta facendo parlare soprattutto per i calciatori in entrata e in uscita dalla prima squadra, ma la società, con un annuncio sul suo sito ufficiale nella giornata di venerdì, ha comunicato un rinforzo allo staff tecnico di Leonardo Semplici, ovvero quel Gianni Vio che da anni, per gli addetti ai lavori, è considerato il “mago della palle inattive”.

Quando ancora lavorava in banca di giorno e allenava una squadra dilettantistica, nel 2004 ha scritto il libro “Più 30 per cento”, capendo forse tra i primi quanto gli schemi su punizione o calcio d’angolo, se studiati e applicati al meglio, possano incrementare le capacità realizzative di una squadra. Il suo “scopritore” è stato l’ex portiere nerazzurro Walter Zenga, che dopo anni passati a scambiarsi con lui opinioni mentre era alla guida di formazioni in giro per il mondo, lo ha voluto come membro dello staff nella sua prima esperienza in Italia a Catania, portandoselo poi anche a Palermo e in Asia al Al Nassr. Più recentemente, ha collaborato prima a Firenze con Vincenzo Montella e poi al Milan con Filippo Inzaghi.

Vio va ad incrementare uno staff che di stagione in stagione si sta arricchendo sempre di più di specialisti e il suo contributo dovrà aiutare la SPAL a sfruttare meglio i calci piazzati, fondamentale che nella passata stagione, al di là dei due centri di Viviani su punizione diretta, ha fruttato solamente due reti: quella di Simic nel 3-2 biancazzurro di Crotone e il momentaneo 1-0 di Cionek nell’1-1 casalingo contro l’Atalanta.

Lo staff tecnico biancazzurro si arricchisce dell’esperienza di Giovanni #Vio #ForzaSpal ⚪️🔵

Un post condiviso da SPAL (@spalferrara) in data:

Credits foto: pagina ufficiale Instagram SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0