Simic si annuncia via instagram. Pronto il ritorno alla SPAL, arriva in prestito dalla Sampdoria

Galeotto fu Instagram. E’ proprio il caso di dirlo, perché le indiscrezioni su un possibile ritorno di Lorenco Simic alla SPAL, dopo essere rientrato alla Sampdoria per fine prestito al termine della passata stagione, sembrano poter diventare presto realtà. Già lunedì i principali altoparlanti del calciomercato italiano davano per ben avviata la trattativa tra le due societaà, nella mattinata di martedì l’edizione cartacea de La Gazzetta dello Sport si è sbilanciata parlando di cifre (prestito con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni e contro-riscatto a 3 a favore dei genovesi), e adesso anche le immagini postate dal diretto interessato attraverso i suoi canali social lasciano pochi spazi ai dubbi.

Dopo Missiroli, ormai in dirittura d’arrivo dal Sassuolo, Vagnati piazza un altro colpo, questo già ben conosciuto a Ferrara. Il difensore croato classe 1996 infatti era già stato alla SPAL in prestito secco dallo scorso gennaio fino alla salvezza guadagnata matematicamente sul campo il 20 maggio proprio nella sfida casalinga vinta per 3-1 contro la Sampdoria, giocata per intero dal prodotto delle giovanili dell’Hadjuk Spalato, che nelle 6 presenze in maglia biancazzurra ha anche un gol all’attivo, messo a segno nella fondamentale vittoria nello scontro diretto contro il Crotone in Calabria.

Il suo nome era già stato accostato alla SPAL in questa finestra di mercato e la mancata convocazione del croato da parte di Marco Giampaolo per il ritiro estivo blucerchiato non aveva fatto altro che alimentare l’ipotesi di un suo addio entro il 18 agosto, termine ultimo per i trasferimenti. A pochi giorni dalla deadline sembra tutto pronto per il suo ritorno a Ferrara, che dovrebbe essere messo nero su bianco nelle prossime ore.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0