SANTARCANGELO-SPAL 2-0 (2-0)

SANTARCANGELO (4312): Nardi; Beccaro, Garaffoni, Fedi, G. Rossi; Mariani, Bisoli, Urso; P. Rossi (dal 27′ s.t. Papa); Dell’Acqua (dal 41′ s.t. Porcino), D’Antoni. A disp.: Calderoni, Benedetti, Cola, Moneti, Pasi. All.: F. Fraschetti.
SPAL (4312): Menegatti; Rosseti (dal 27′ s.t. Lazzari), Buscaroli, D’Orsi, Panizzi; Banzato (dal 17′ s.t. Pandiani), Braiati (dal 35′ s.t. Personè), Landi; Capellupo; Varricchio, Cozzolino. A disp.: Coletta, Paloni, Fantoni, Cenerini. All.: L. Rossi.

ARBITRO: Guccini di Albano Laziale (Assistenti: Di Stefano e Mostafa Alla).
MARCATORI: 16′ p.t. Dell’Acqua (Sa) e 21′ p.t. D’Antoni (Sa).
AMMONITI: Buscaroli (Sp), Urso (Sa) e Papa (Sa).
NOTE: cielo coperto, temperatura gradevole, terreno in ottime condizioni. Spettatori 1.000 circa, un centinaio dei quali provenienti da Ferrara.
Angoli: 6 a 6. Recupero: pt 0′, st 3′.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DIRETTA TESTUALE DELL’INCONTRO

SANTARCANGELO DI ROMAGNA (Rn) – La ritrovata fiducia e l’entusiasmo che hanno accompagnato la settimana spallina si affievoliscono inesorabilmente al “Mazzola” di Santarcangelo, dove la formazione ferrarese crolla di fronte all’undici degli ex Giovanni e Paolo Rossi, giunto così alla terza vittoria consecutiva. Gli uomini di Fraschetti, dopo aver sofferto il primo quarto d’ora, colpiscono la Spal al 16′ e al 21′ della prima frazione con due contropiede da manuale del calcio e legittimano il doppio vantaggio per tutto il resto della gara andando addirittura vicini al terzo gol in altrettante circostanze.
La Spal, dal canto suo, gioca solo i primi 10 minuti della sfida durante i quali pressa e attacca bene, creando più di un pericolo con Cozzolino alla porta difesa da Nardi. I restanti 80 minuti sono una lentissima agonia nei quali la formazione spallina scompare letteralmente dal campo di gioco manifestando tutti i suoi limiti caratteriali e non solo.IMG_0255

L’episodio chiave della gara arriva al quarto d’ora di gioco quando la formazione romagnola mette in atto la classica legge del gol fatto-gol subìto. Contropiede perfetto condotto da parte dello scatenato Paolo Rossi che dalla sinistra mette in mezzo una palla al bacio per Dell’Acqua che, indisturbato dalla statuaria difesa spallina, batte l’incolpevole Menegatti. Cinque minuti dopo il replay; altra ripartenza e altro gol del Santarcangelo: Giovanni Rossi macina la fascia occupata dal disastroso Rossetti, mette il pallone in mezzo per D’Antoni che anticipa Buscaroli e insacca il secondo gol di giornata. Il primo tempo termina con un debole tiro a lato del giovane Banzato. La Spal è tutta qui. La ripresa è praticamente priva di emozioni ed episodi degni di nota: c’è davvero pochissimo da raccontare. Il Santarcangelo, brillante per tutta la gara, si difende bene e riparte sempre con incisività. Solo le parate di Menegatti evitano che il passivo per la Spal diventi ancora più pesante. Nulla da segnalare in fase offensiva per i biancazzurri che, nonostante i cambi di modulo e gli ingressi di Lazzari, Pandiani e Personè, non riescono a produrre nulla più di un colpo di testa a lato del generoso Braiati. Al triplice fischio finale, lungo colloquio sotto la gradinata ospiti tra i giocatori ferraresi e i circa cento tifosi estensi giunti in Romagna. Con il Porto Tolle domenica al “Paolo Mazza”, con tutta probabilità, gara decisiva per la panchina di Leo Rossi: i vari Gadda, Simonelli e Brescia sono alla finestra.
IMG_0351



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global