L’abbraccio tra il presidente Mattioli e mister Gadda a fine partita vale più di mille parole. La Spal si rialza dopo la brutta prestazione di domenica a Rimini e lo fa con cuore e grinta, lasciandosi alle spalle tutte le polemiche della scorsa settimana. Una vittoria che fa bene principalmente allo spirito, poi alla classifica. La squadra e la società avevano bisogno di un po’ di tranquillità per recuperare la fiducia persa per strada. Grande prestazione quella degli spallini oggi pomeriggio, una prova di forza anche in termini di mentalità. Ora si deve trovare una continuità che per ora ha latitato; raggiunta questa, siamo sicuri che la Spal diventerà un’avversaria temibile per tutte le sue rivali in questa competizione.

Walter Mattioli (Presidente Spal)

“Quattro mesi fa stavo benissimo fisicamente, adesso ho tutti i valori sballati: pressione, tiroide, non ne ho uno che vada bene. Diciamo che vittorie come questa possono aiutarmi a stare meglio, di sicuro mi abbassano la pressione. A fine primo tempo mi aspettavo il peggio; nella prima parte della partita ho visto i soliti errori che mi hanno fatto rivivere le sensazioni di domenica scorsa. I ragazzi hanno giocato un gran secondo tempo, sono stati bravissimi a ribaltare il risultato e hanno dimostrato di essere all’altezza di questo campionato. Dobbiamo migliorare, forse c’è bisogno di qualche ritocco, ma in linea di massima ci sono tutti i presupposti per fare bene e se si continueranno a giocare partite con questa ntensità, con questa grinta raggiungeremo facilmente il nostro obiettivi. Bisogna lavorare per sistemare la difesa, ma abbiamo dimostrato di avere i giocatori giusti per raggiungere l’obiettivo prefissato a inizio stagione. Il campionato è ancora lungo, ci aspettano gare difficili, a partire dalla prossima trasferta a Forlì.  Sappiamo che sarà dura, ma il mister sta lavorando molto bene in settimana, puntando sull’intensità durante allenamenti. Siamo pronti a intervenire a gennaio se ce ne sarà bisogno, intanto ci gustiamo questa vittoria con la consapevolezza che la squadra si merita la nostra fiducia. Vedremo se ci sarà la necessità di ritoccare un gruppo già buono che oggi, ripeto, ha dimostrato tutto il suo valore. Adesso l’importante è trovare una continuità, dobbiamo terminare il girone di andata in una posizione tranquilla, consona alle nostre potenzialità. Voglio spendere una parola per i nostri tifosi che oggi sono stati eccezionali, la ciliegina sulla torta di un pomeriggio fantastico. Sono stati bravi a tirare la squadra per le orecchie quando siamo andati in svantaggio e il loro sostegno ci è stato di aiuto fondamentale per raggiungere la vittoria. Ci sono vicini, sanno che stiamo soffrendo insieme a loro. E’ giusto che i nostri ragazzi diano il massimo per regalare grandi soddisfazioni a questa piazza. E io non mollo mai, anche se ho la pressione alta”.

Davide Vagnati (Direttore Generale Spal)

“Finalmente ci siamo tolti una bella soddisfazione. Anche se non avessimo vinto saremmo stati comunque contenti della prestazione, perché per la prima volta abbiamo giocato una grande gara, una partita da lega pro con un’intensità e una voglia che finora non eravamo riusciti a tirare fuori. I ragazzi sono stati bravi a farsi trascinare dalla curva, che è stata fantastica a supportarli per tutti i novanta minuti. E’ stato meraviglioso percepire il calore della gente, trasportata dalle emozioni che il nostro sport può regalare. Abbiamo dimostrato di avere una buona squadra, con elementi di qualità che possono essere sempre determinanti. Penso che oggi nessuno possa dire che ci sia stato qualche giocatore che non sia entrato in campo per vincere. Abbiamo giocato nella metà campo avversaria per tutto il secondo tempo, nella ripresa ho contato minimo otto palle gol per noi e dieci corner contro zero. I numeri parlano chiaro, la vittoria è più che meritata. Ora dovremo essere bravi a ripetere prestazioni come questa e sarà difficile per tutte le nostre avversarie. Sabato prossimo sarà una trasferta difficile, ma la Spal c’è, deve ancora lavorare tanto per migliorarsi ma i valori e gli stimoli non mancano e ha tanto da dare a questa città”.



Leaderboard Derby 2019