Fabio ARTICO (diesse Cuneo)
“Dopo un inizio scoppiettante la Spal ha saputo subito metterci in difficoltà, soprattuto con i suoi esterni, alzando molto il ritmo e creando molte occasioni. Io credo però che il problema sia stato principalmente nostro. Abbiamo gestito male il vantaggio, e non è una questione tecnica, ma caratteriale. Ci siamo abbassati tantissimo, e abbiamo avuto paura. Quando ti difendi dentro l’area qualche gol in qualche modo lo prendi per forza. Potevamo fare meglio, sfruttare meglio le ripartenze. Ora dobbiamo ritrovare un po’ il filo del gioco e la consapevolezza di essere una buona squadra. Credere di più in noi stessi”.

Che squadra è la Spal?
“La Spal oggi è riuscita a raccogliere un risultato che meritava. Il campionato di quest’anno è molto particolare e richiede per farcela doti importanti. Ma la Spal credo le abbia, è una buona squadra e alla fine le sue qualità usciranno durante l’anno”.

Come è stato tornare a Ferrara da ex?
“Io torno sempre con molto piacere qui a Ferrara. Nonostante abbia visto anni disastrosi dal punto di vista societario, la città e la squadra le ricordo sempre con grandissimo affetto. È la città dove mi sarebbe piaciuto vivere”.

Simone COLOMBARINI (patron Spal)
“Devo fare i comlimenti al pubblico che sostenuto la squadra fino alla fine, anche quando eravamo sotto, e anche alla squadra stessa, che oggi ha dato in campo tutto quello che aveva. Tutti i reparti hanno girato bene in fase di possesso palla, ed è un progresso rispetto alle scorse gare. Probabilmente c’è ancora da lavorare su certe cose, però oggi complimenti davvero a tutti, soprattutto a Lazzari, anche se non mi piace parlare dei singoli, perché ha mostrato una prova davvero eccezionale, di grande corsa, fantasia e volontà. Peccato che dovrà saltare al prossima per una protesta,  peraltro nemmeno del tutto infondata. Però i regolamenti sono rigidi, lo sappiamo, e quindi non c’è nulla da dire. E ovviamente tanti complimenti anche a Varricchio, il nostro grande vecchio che non ne sbaglia mai una, e ogni volta si dimostra un elemento importantissimo di questa squadra”.

Questi di oggi sono tre punti davvero importanti.
“Sì, con l’avanzare del campionato il peso specifico dei punti guadagnati aumenta sempre di più. Tanto più quando poi arrivano in questo modo, perché oltre che in classifica fanno bene anche per il morale e rasserenano l’ambiente”.

IMG_2277

Massimo GADDA (Allenatore Spal)
“Sono contento per la squadra e per il pubblico, ma avrei detto bravi ai ragazzi anche se avessero perso, perché oggi hanno fatto davvero una grande partita, e questo merito non gli sarebbe stato tolto in nessuna occasione. Poi fortunatamente è arrivata anche la vittoria, e meritata, perché nel secondo tempo abbiamo fatto ancora di più che nel primo, ed è la ciliegina sulla torta di questa partita davvero molto bella e di carattere. Ora abbiamo ancora un po’ di cose su cui lavorare. Qualche imprecisione, qualche insicurezza ancora da superare. Anche i gol sono venuti entrambe da situazioni un po’ strane, anche se non ne siamo totalmente responsabili. Soprattutto sul secondo sono stati molto bravi loro. Ora però il lavoro va avanti, ma non sarà semplice. Possiamo andare ancora incontro ad alti e bassi. Questa vittoria fa benissimo, ma non cambia niente, perché c’è ancora molto da plasmare in questo gruppo. Il valore di questa squadra non è in discussione affatto. Abbiamo buonissime qualità tecniche, soprattutto in alcuni elementi. Ma c’è ancora molto da lavorare, e non è detto che durante il percorso vada sempre tutto liscio”.

Oggi esordio da novanta minuti di Paro.
“Paro sta andando oltre le più rosee aspettative. È un ragazzo che ha avuto diversi problemi in carriera, soprattutto a livello fisico, e invece lo stiamo recuperando molto bene. Deve ancora raggiungere il ritmo partita, però i suoi novanta minuti già li fa, e li gioca con una qualità e una calma che in mezzo al campo poso davvero farti fare la differenza”.

Una grande partita di Lazzari e Di Quinzio.
“Lazzari sa essere letteralmente devastante, e oggi lo ha mostrato a pieno. Sia in attacco, sia in difesa, ha fatto tutto benissimo. E anche Di Quinzio è stato davvero bravo, ha una micro frattura al dito del piede, ma ha stretto i denti ed è riuscito comunque a scendere in campo e a fare una grandissima partita”.



Leaderboard Derby 2019