BELLARIA-IGEA MARINA (RN) – La S.P.A.L. espugna Bellaria e chiude il girone d’andata a 28 punti, con un cambio di marcia notevole dopo l’arrivo di mister Gadda: venti punti guadagnati in sole nove partite e una squadra che ora può guardare al 2014 con qualche certezza in più. Quelli che arrivano dalla Romagna sono tre punti pesanti e meritati, guadagnati grazie a una prova volenterosa.

Primo tempo avaro di occasioni, con la S.P.A.L. a tentare di fare la partita e il Bellaria che si difende e riparte in contropiede. I romagnoli cercano ripetutamente il gol con Izzillo e Cesca, attivissimo su tutto il fronte offensivo. La S.P.A.L. macina gioco ma appare lenta e prevedibile. I biancazzurri provano spesso lo sfondamento sul settore sinistro della difesa del Bellaria, dove Sabatucci ha grossi problemi a contenere Manuel Lazzari che conferma il suo ottimo momento di forma. Proprio su un traversone dell’esterno arriva la prima vera occasione per i biancazzurri, con Varricchio che tenta la girata al 17’. Al 23’ un tiro di Personè non impensierisce Caroppo, che blocca a terra sicuro. Comincia a entrare in partita Cozzolino, che sarà autore di un secondo tempo impressionante. Proprio il numero dieci di San Gennaro Vesuviano serve Landi al 24’ ma l’azione si perde. Il Bellaria prova a rispondere in contropiede. Al 25’ Capogrosso libera Cesca solo davanti a Menegatti. Capellupo rinviene su di lui e se la cava con mestiere. La difesa spallina, pur cresciuta nelle ultime giornate, mostra ancora lacune. Al 26’ Fantoni – autore comunque di un’ottima prova, anche in fase difensiva – rinvia corto sui piedi di Izzillo, l’ex spallino prova il tiro dal limite: palla alta. Al 37’ è Cesca a servire Pisanu pronto alla conclusione su cui interviene, provvidenziale, Silvestri ad allontanare.

IMG_7122Ma l’occasione migliore capita ai biancazzurri. Al 40’ è il palo a strozzare in gola l’urlo di gioia di un devastante Manuel Lazzari. L’esterno spallino supera due avversari, entra in area e libera il destro, con palla che si stampa sul montante di destra. Sul ribaltamento di fronte, ancora pericoloso il Bellaria, prima con il solito Cesca e poi con Beghetto, che prova il tiro dal limite, Menegatti vola e respinge.

Il secondo tempo vede una Spal più incisiva, capace di sbloccare subito il risultato e soffrire meno le sortite dei romagnoli. Cozzolino sale subito in cattedra e al 4’ si fa trenta metri palla al piede, entra in area e viene messo giù. I supporter ferraresi chiedono il rigore ma l’arbitro non è d’accordo e lascia proseguire. E’ il preludio del gol del vantaggio spallino, che arriva al 9’. E’ Paloni a mettere in area per Personè che fa da torre per Max Varricchio. Il capitano si gira in area e conclude alle spalle di Caroppo con conclusione di precisione chirurgica.

La Spal si lascia alle spalle ogni timidezza, trascinata dalle volate di Lazzari e da uno straripante Cozzolino. Bene anche Capellupo e Landi a dare i tempi. Al 12’ Lazzari cambia gioco per Cozzolino che serve l’accorrente Fantoni. Cross pregiato del numero tre spallino con Varricchio che tenta la girata di testa. La difesa romagnola riesce a rinviare in qualche modo.

Al 19’ mister Gadda sostituisce Personè con il nuovo acquisto Matteo Berretti, arrivato in settimana dal Giulianova, e la S.P.A.L. passa al 3-5-2. Al 20’ Lazzari per Fantoni che prova la bomba dai venti metri, palla a lato, mentre al 23’ si rivede il Bellaria con il neoentrato Kyeremateng che cerca il jolly dai trenta metri. Pallone alto.

IMG_7073Al 25’ ancora Cozzolino che vede Caroppo fuori dai pali e prova il pallonetto, fuori di poco. Al 29’ Lazzari, utile anche in fase difensiva, ferma Izzillo e riparte in velocità. Pisanu può fermarlo solo con il fallo, strattonandolo e guadagnandosi l’ammonizione. Lazzari continua la sua prova maiuscola, è un moto perpetuo sulla destra.

Al 32’ pericolo in area spallina, con palla che arriva a Cesca dopo un batti a ribatti. Il numero nove romagnolo è pescato in fuorigioco solo davanti a Menegatti, che comunque respinge la conclusione.

Al 41’ arriva il rigore per la S.P.A.L.. L’inesauribile Lazzari se ne va per vie centrali, fino a penetrare in area. Beghetto è costretto al fallo e l’arbitro Rossi di Rovigo fischia l’estrema punizione per i biancazzurri. Sul dischetto si presenta capitan Varricchio. Tiro secco e preciso ma Caroppo si distende alla sua sinistra e devia in angolo.IMG_7200

La S.P.A.L. non si scompone e gestisce il vantaggio, senza scoprirsi. Tre minuti di recupero e poi arriva il fischio finale.

 

BELLARIA-IGEA MARINA-SPAL 0-1 (0-0)

BELLARIA-IGEA M. (451): Caroppo; Capogrosso, Del Pivo, Sirigu, Sabatucci (dal 24’ s.t. Kyremateng); Pisanu (dal 43′ s.t. Grandi), Izzillo, Perini, Ferraioli, Beghetto; Cesca. A disp.: Guerci, Di Stefano, D’Angelo, Caidi, Leone. All.: A. Iacobelli.
SPAL (343): Menegatti; Paloni, Buscaroli, Silvestri; Lazzari, Capellupo, Landi, Fantoni; Personé (dal 20’ s.t. Berretti), Varricchio, Cozzolino (dal 48′ s.t. Pandiani). A disp.: Coletta, Cenerini, Rosseti, Paro, Banzato. All.: M. Gadda.
ARBITRO: Rossi di Rovigo (Assistenti: Calcopietro e Culicelli).
MARCATORI: 10’ s.t. Varricchio (S).
NOTE: giornata nebbiosa, temperatura rigida, terreno in buone in condizioni. Spettatori 500 circa. Caroppo al 43′ s.t. ha respinto un calcio di rigore a Varricchio.
AMMONITI: Capogrosso (B), Sirigu (B), Pisanu (B) e Ferraioli (B).
Angoli 6 a 3 per la SPAL. Recupero pt 0’ e st 4′.
DAGLI ALTRI CAMPI:

Bassano Virtus – Santarcangelo (ieri) 2-1 
BELLARIA IGEA M. – SPAL 0-1
Bra – Castiglione 1-2
Delta P. Tolle – Alessandria 3-2
Mantova – Torres 3-2
Monza – Renate 1-2
Pergolettese – Forlì 0-0
Rimini – Real Vicenza 3-4
Virtus Vecomp – Cuneo 1-1


IMG_7232

 



Leaderboard Derby 2019