Dopo la sconfitta in terra abruzzese, che pur non intacca il primato in classifica, un Furlani amareggiato se la prende con la iella per l’ennesimo infortunio occorso stavolta a Spizzichini.

“Più che un commento alla partita è un commento alla sfiga… aldilà della sconfitta che ci può stare – perdere a Roseto non è drammatico, hanno fatto una partita di buona sostanza e di grande intensità. Noi ci abbiamo messo del nostro, entrando con un approccio un pelino troppo morbido. Non vorrei che la squadra si commiserasse dietro la sequela di infortuni che abbiamo avuto, abbiamo appena reinserito Andreaus,  non abbiamo potuto schierare Flamini e abbiamo perso Spizzichini. Non vorrei che questo generasse problemi, continuiamo a lavorare e a giocare la nostra pallacanestro”.

A differenza di altre partite, come quella contro Casalpusterlengo, oggi è mancata la reazione.
“E’ vero, però il contesto stasera era molto diverso, le rotazioni sono importanti, di piccoli avevamo solo Ferri e Bottioni, anche Jennings ha offerto una prestazione decisamente impalpabile e noi non possiamo permetterci che giocatori che ricoprono un ruolo così importante offrano una prestazione così scadente”.

Della spalla di Spizzichini si ha qualche notizia in più?
“Spizzichini ha avuto questo problema alla spalla che si era operato due anni fa, adesso avremo bisogno di quei due, o tre, giorni canonici per valutare l’entità dell’infortunio”.



Leaderboard Derby 2019