La prestazione con cui la SPAL ha battuto il Rimini ha evidenziato ancora una volta i punti di forza del collettivo allenato da Massimo Gadda. Di seguito le pagelle dei singoli.

MENEGATTI 7 – Nel primo tempo dominato dalla SPAL riesce a rendersi decisivo nell’unica occasione in cui viene chiamato in causa, parando il rigore a Fall. Terzo penalty sventato in stagione. Nella ripresa, invece, dice di no prima a Cesca e poi a Nigro, permettendo ai suoi compagni di amministrare agevolmente fino al termine.

LEBRAN 6.5 – Nei primi dieci minuti Fall gli crea qualche pensiero, poi si dedica a un’ordinaria amministrazione fatta soprattutto di spallate con Cesca. Si produce anche in un paio di tackle un filino avventati ma comunque efficienti. 

BUSCAROLI 6.5 – Non si fa impressionare dalla mole di Cesca e dalla sua fama di castiga-SPAL. Sempre puntuale su anticipi e chiusure, appare in crescita anche sotto il profilo atletico. Nel primo tempo gli capita una palla-gol, ma non riesce a sfruttarla. 

GIANI 6.5 – Pattuglia la sua zona senza mai entrare in difficoltà, a maggior ragione dopo l’espulsione di Sartori. Si esibisce anche in alcune uscite palla al piede in bello stile.

LAZZARI 7 – L’unica pecca della sua gara sta nell’ingenuo fallo da rigore commesso su Sartori, che purtroppo gli costa un giallo molto pesante. Per il resto non delude le attese: in particolare nella prima mezz’ora fa ammattire Ferrari e costringe lo stesso Sartori a buttarlo giù in area. Nella ripresa cala molto fisicamente, ma la volontà ce la mette fino alla fine.

CAPELLUPO 6.5 – Nonostante una terribile capocciata rimediata nella prima parte di gara (che gli costa un vistoso bernoccolo), dirige le operazioni a centrocampo con grande lucidità.

LANDI 7 – Sempre molto dinamico, è bravo a creare scompiglio nella difesa con i suoi inserimenti offensivi. Dimostra polmoni d’acciaio, rincorrendo tutti anche nella ripresa quando i ritmi calano. 

BERRETTI 7 – Per almeno un’ora è lui a impressionare di più tra i centrocampisti biancazzurri, con inserimenti efficaci tra le linee, conclusioni pericolose e un colpo di testa sul quale Scotti si supera. Avrebbe meritato di segnare.

dal 34′ s.t. ARRIGONI n.g. – Si piazza in mezzo e dà il suo contributo di sostanza per evitare sorprese nel finale.

FANTONI 7.5 – Inutile negarlo: alla vigilia gravavano su di lui le incognite più corpose, viste le ottime prove di Sereni nell’ultimo mese. E invece – in assenza del biondo ex Rimini – il giovane esterno bresciano ha dimostrato di poter essere un’arma in più a disposizione di Gadda. Sblocca il risultato fortunosamente, ma avrebbe meritato di farlo ben prima grazie alle sue conclusioni da fuori. Impeccabile anche sul fronte difensivo, con Sartori prima e Fall poi che non sfondano mai dalla sua parte.

dal 39′ s.t. SILVESTRI n.g. – Dieci minuti, recupero compreso, per far rifiatare Fantoni. Sbriga la pratica senza affanni. 

VARRICCHIO 7 – Sempre poco appariscente, ma sempre letale quando ha l’occasione per colpire. Centra una traversa dai sedici metri poco dopo il gol di Fantoni, poi è glaciale nel trasformare il rigore guadagnato da Lazzari. Purtroppo nel finale rimedia un cartellino giallo evitabilissimo, che gli costerà la trasferta di Cuneo.

PERSONÈ 6 – Diciamo che merita una sufficienza… d’incoraggiamento. L’impegno c’è ed è sotto gli occhi di tutti, i risultati un pochino meno. Fallisce una grossa occasione nel primo tempo e non riesce più a farsi vedere dalle parti di Scotti.

dal 19′ s.t. COZZOLINO n.g. – Gioca mezz’ora, ma in sostanza quando entra la partita è già ampiamente compromessa per il Rimini. Forse questo ne intacca le motivazioni, perché di fatto non offre spunti degni di nota.

GADDA 7 – La SPAL gioca uno dei migliori primi tempi della stagione e, nella ripresa, subisce poco o nulla. Bravo nella gestione dei cambi, prima dando una possibilità a Cozzolino, poi rinforzando il centrocampo quando Berretti iniziava a esser in debito di ossigeno e, nel finale, concedendo un’uscita tra gli applausi del pubblico a Fantoni.

 

Rimini: Scotti 6.5, Nigro 5.5, Ferrari 5, Degeri 5.5 (Nicastro 6), Aya 5.5, Martinelli 5,5, Sartori 4.5,  Brighi 5 (Tomi 5.5), Cesca 5.5, Spinosa 5, Fall 6 (Bussi 5.5). All.: Buglio 5.5



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global