Il mercato estivo della SPAL prosegue spedito tra affari e… suggestioni. Non sembra esserci altro termine per definire la prospettiva di un approdo di Roberto Floriano alla corte biancazzurra. Il fantasista nato nel 1986 in Germania ha diversi estimatori e sembra destinato a lasciare il Mantova, anche in virtù del delicato momento societario in casa virgiliana. Tutto questo nonostante un lungo e oneroso contratto con il club del presidente Lodi. Su di lui ci sarebbe un forte interesse del Pescara, ma non è un mistero che Floriano sia stato proposto anche alla SPAL dopo che il ds Vagnati ha espresso il suo interesse per il centrocampista mantovano Schiavini. L’idea di poter aver a disposizione un talento di questo calibro potrebbe non aver lasciato del tutto indifferente la dirigenza di via Copparo: d’altra parte Floriano potrebbe integrarsi perfettamente nel 4231 di Brevi, potenziando in maniera straordinaria il reparto offensivo a disposizione del nuovo tecnico spallino.

Tuttavia le suggestioni si scontrano spesso col freddo realismo dei numeri: quello dei bilanci e della calcolatrice con cui Vagnati e Mattioli devono operare sul mercato per stare all’interno dei parametri anagrafici. Floriano compirà 28 anni il prossimo 14 agosto e per strapparlo al Mantova serve uno sforzo economico che mal si concilia col rigoroso rispetto del budget a disposizione per il mercato. Tanto che lo stesso Vagnati ha definito “praticamente impossibile” l’arrivo del giocatore all’ombra del Castello, anche in virtù degli acquisti già fatti e degli altri arrivi progettati per le prossime settimane. Certo è che se Floriano decidesse di decurtarsi l’ingaggio (e parrebbe disponibile a farlo) e la famiglia Colombarini decidesse di fare un regalo a Brevi e ai tifosi… la suggestione potrebbe anche diventare qualcosa di più. E sarebbe un colpo che piazzerebbe la SPAL tra le legittime pretendenti all’alta classifica già sulla griglia di partenza del campionato.

Conviene tuttavia tornare con i piedi per terra e stare sull’attualità più stringente: Gasparetto e Fioretti potrebbero essere a Ferrara già nel corso della prossima settimana e a loro dovrebbe aggiungersi anche Alberto Filippini, trequartista reduce da un buon campionato con la Torres. Da martedì in poi – giorno di apertura ufficiale dei trasferimenti – ogni giorno potrebbe essere buono per la presentazione del quartetto di ragazzi proveniente dalla serie A (Aldrovani, Ferretti, Moroni e Gatto). Restano in sospeso le posizioni di Davide Di Quinzio e Gianmarco Conti: il primo è ancora “bloccato” dalla mancata intesa economica tra Albinoleffe e SPAL, mentre il secondo appare vicino nonostante manchino alcuni dettagli.



leaderboard Coop Reno