Potrebbe essere lui il nuovo capitano della SPAL. Ha tutto dalla sua parte: carta d’identità (1981), esperienza e carisma. Crocefisso “Criss” Miglietta porta con sé a Ferrara un curriculum di tutto rispetto con anni di calcio in Lega Pro vissuti in piazze importanti come Ancona, Padova, Arezzo, Taranto, ai quali vanno aggiunte la due stagioni di Serie B nelle file della Ternana.

Queste le parole del centrocampista pugliese: “Abbiamo finalmente iniziato a lavorare e credo che giorno dopo giorno questa nuova avventura entrerà sempre più nel vivo. Il primo impatto qui alla SPAL è stato sicuramente positivo, il gruppo è pieno di giovani sorridenti e questo è già un aspetto importante per la creazione di un gruppo compatto, mentre personalmente conoscevo già Germinale e Sereni”. Gli ingredienti per fare una buona stagione? “Non ho dubbi: umiltà e spirito di sacrificio prima di ogni cosa, poi parlerà il campo”. Infine uno sguardo rivolto al prossimo campionato: “Non sappiamo ancora la conformazione di questi benedetti gironi, ma credo che il livello generale del torneo sarà qualitativamente migliore rispetto alla scorsa stagione, tante squadre si stanno rinforzando per cui penso che sarà un bel campionato livellato”.

Dello stesso avviso Nicolas Giani, un altro dei veterani a disposizione di mister Brevi: “Sarà sicuramente una stagione piena di sfide, a prescindere dalla composizione dei gironi. Personalmente spero si facciano i gironi ‘orizzontali’, perché sarebbe bello giocare qualche derby, in più sarebbero meno dispendiosi per le squadre a livello di spostamenti”. Giani è uno dei pochi confermati dalla scorsa stagione: “Sono entusiasta di rimanere qui e spero di continuare a fare bene come nei miei primi sei mesi a Ferrara. Essendo uno di quelli con più esperienza avrò la responsabilità di aiutare i ragazzi giovani del gruppo e per me sarà un piacere”. L’eventuale arrivo di un altro centrale non preoccupa il difensore comasco: “La concorrenza non è un problema, anzi è uno stimolo e impone di allenarsi sempre al cento per cento”. Dalla sua Giani ha anche la possibilità di disimpegnarsi da terzino: “E’ un ruolo che ho fatto per un’intera stagione a Vicenza, per cui se Brevi me lo dovesse chiedere non avrei alcun problema”.



Leaderboard Derby 2019