Dopo le conferme di Amici e Pipitone e l’innesto di Huff, la Pallacanestro Ferrara inserisce un altro pezzo pregiato nel suo roster, ingaggiando Riccardo Castelli. Nato a Cuneo il 14 aprile 1988,  Castelli è un’ala-pivot di 200 cm duttile e atletica. Con i suoi 26 anni rappresenta un ottimo mix tra il giovane con margini di miglioramento e il giocatore con all’attivo già una discreta esperienza nel secondo campionato nazionale.

Cresciuto nel settore giovanile di Cuneo, Castelli disputa il suo primo campionato ‘senior’ in B2 con Asti nel 2006/2007, conquistando subito una promozione. Quindi per lui una lunga esperienza con Casalpusterlengo – avversario anche dell’allora Basket Club Ferrara in Legadue – interrotta solo da un campionato a Treviglio. La stagione 2012/13 la trascorre in DNA tra Agrigento e Recanati, maglia con la quale punisce la Mobyt (per lui grande prestazione condita da 30 punti nel ritorno in terra marchigiana), mentre lo scorso anno è a Firenze, dove viaggia a 10.5 punti e quasi 7 rimbalzi di media. Dal prossimo agosto Riccardo Castelli vestirà la maglia della Mobyt numero 7.

Soddisfazione e voglia di mettersi a disposizione del gruppo. Questi i sentimenti che esprime il neo acquisto biancoazzurro: “Sono molto contento che sia arrivata l’offerta di Ferrara: la società è ambiziosa e da avversario ricordo il calore del pubblico come una vera arma in più. Da parte mia cercherò di dare il massimo come ho sempre fatto in carriera, per raggiungere il miglior risultato possibile”. Castelli in campo è il classico ‘quattro’ con la doppia dimensione: “Ormai è una regola per le ali forti: devi saper sfruttare il fisico vicino a canestro, ma anche aprirti per il tiro da fuori. Ma al di là degli aspetti tecnico-tattici, mi definirei un giocatore di energia, che non molla mai, che non ha paura di fare lavoro sporco. Insomma, mi metto a disposizione del gruppo”



Leaderboard Derby 2019