Un’appariscente scritta “Benvenuta Spal” appesa al cancello d’ingresso per dare il benvenuto a giocatori, allenatore e società. Così il Country Club di Fossadalbero ha voluto accogliere la SPAL per i primi importanti giorni di preparazione fisica sui propri campi. La simbolica apertura della stagione sportiva è avvenuta con una conferenza stampa in grande stile, alla quale hanno partecipato il patron biancazzurro Simone Colombarini, il presidente Walter Mattioli, il direttore sportivo Davide Vagnati, l’allenatore Oscar Brevi e il presidente del Country Club Alessandro Pansini. Proprio Pansini ha fatto gli onori di casa: “Il desiderio è che la nostra struttura diventi una risorsa, come contributo per la SPAL e credo davvero che la collaborazione che si è instaurata con questa società sia molto importante. Il messaggio che vogliamo mandare è che noi per la SPAL ci siamo: abbiamo iniziato con i Campus Estivi per ragazzi che sono stati un ottimo esempio di approccio allo sport, mentre ora stiamo ospitando la prima squadra in questo inizio di preparazione”. A sua volta Mattioli, ha ringraziato il Club di Fossadalbero: “E’ un piacere collaborare con persone così disponibili, posso già anticipare che dopo la prima squadra, anche la Berretti e forse gli Allievi verranno a lavorare in questo fantastico posto davvero ideale per il calcio”.

MERCATO – La conferenza mattutina è stata anche l’occasione per fare il punto sulle strategie societarie. Sempre il presidente Mattioli, questa mattina davvero sorridente, ha rassicurato i tifosi: “Riusciremo a portare i giocatori che mancano per completare il nostro organico e renderlo sempre più competitivo. Vagnati ci sta lavorando e stiamo tenendo monitorate alcune situazioni, ma ci vuole calma”. Proprio il direttore sportivo è intervenuto successivamente sul tema mercato: “Cercheremo di esaudire le richieste di mister Brevi, compatibilmente con i discorsi economici, come è giusto che sia. Intanto posso dirvi che terremo in prova Giovanni Ranieri, giovane portiere classe 1996 di proprietà dell’Inter che verrà valutato durante gli allenamenti da Scalabrelli”.
Anche il nuovo tecnico spallino Oscar Brevi, incalzato dalle domande dei giornalisti, ha detto la sua su eventuali nuovi innesti: “Abbiamo le idee molto chiare, c’è un rapporto giornaliero con la società e credo che, senza fretta, quando avremo fatto tutte le più oculate valutazioni sui giocatori già a nostra disposizione, andremo a intervenire per completare la rosa”. Nel mirino della SPAL ci sono un importante mediano con già un minimo di esperienza e un difensore che, secondo le istruzioni di mister Brevi, dovrà essere possibilmente versatile per poter ricoprire più ruoli.

UMORI ED EMOZIONI – Come per ogni inizio di stagione che si rispetti, le aspettative sono sempre alte e gli obiettivi vanno, giorno dopo giorno, a definirsi. Simone Colombarini ha posto l’accento proprio su questi argomenti: “A parer mio nel calcio, oltre agli obiettivi sportivi ci sono anche target importanti come la partecipazione effettiva della gente alla vita di una squadra di calcio. Posso dire di essere felice di vedere l’entusiasmo della gente di Ferrara che si è riavvicinata tantissimo alla SPAL dopo alcuni anni dove si era un pochino perso tutto ciò”. Parole al miele anche quelle di Mattioli in riferimento al matrimonio tra squadra e tifosi: “Siamo orgogliosi di essere ferraresi e di portare avanti questi colori a livello nazionale. I miei sentimenti odierni, sono serenità, gioia e carica, quella che ci da la nostra gente e che ci permette di lavorare sempre al massimo”.



Leaderboard Derby 2019