Prosegue il viaggio di conoscenza dei molti giovani nuovi ragazzi che suderanno la storica maglia della SPAL nella stagione iniziata ufficialmente venerdì scorso. Del gruppo a disposizione di Oscar Brevi fanno parte anche due giovanissimi come Riccardo Pierandrei e Riccardo Rosina. Il primo è un attaccante nato nel 1996, il secondo, terzino sinistro, è un 1995. Pierandrei, ha firmato con la SPAL un contratto di un anno. Il giocatore è cresciuto nella Jesina ed ha segnato in serie D, a diciassette anni, ben nove reti: “Sono un attaccante abbastanza duttile, posso giocare come prima, seconda punta o come esterno destro d’attacco. E’ un onore per me essere qui alla SPAL e sono davvero felice. Devo dire che questo salto di categoria è una forte motivazione per me e credo sarà bellissimo confrontarsi con gente esperta e navigata”. Il baby bomber, è il caso di evidenziarlo, è stato anche in prova al Manchester City per uno stage di una settimana circa. A segnalarlo alla società campione d’Inghilterra era stato il suo concittadino Roberto Mancini. Carte in regola e biglietto da visita sono più che sufficienti. Ora per Pierandrei parlerà il campo.

Parola al manto erboso anche per uno degli ultimi arrivati in casa SPAL, ovvero Riccardo Rosina, terzino sinistro ex Padova, che si presenta così: “Sono un esterno che ama spingere e proporsi per l’azione offensiva e magari arrivare alla conclusione in porta, anche se ovviamente so che nel calcio bisogna curare anche la fase difensiva. Con il mister stiamo già iniziando a lavorare anche in questo senso. Lo scorso anno ho fatto molto bene, il mio auspicio è di confermarmi in una piazza importante come Ferrara”.



Leaderboard Derby 2019