Siamo giunti alla terza puntata della nostra guida alle avversarie della SPAL. Finora analizzate dieci rose: cinque nella prima puntata (Ascoli, Ancona, Forlì, Carrarese e San Marino) e cinque nella seconda puntata (Pisa, L’Aquila, Gubbio, Prato e Pontedera). Oggi tocca a: Reggiana, Santarcangelo, Teramo, Tuttocuoio e Pro Piacenza.

Legenda giudizi
***** = candidata alla vittoria
**** = playoff/outsider alta classifica
*** = salvezza tranquilla
** = rischio playout
* = rischio retrocessione

Nota: informazioni aggiornate al 24 agosto 2014

TERAMO

PRESIDENTE: Luciano Campitelli
DIRETTORE SPORTIVO: Marcello Di Giuseppe
ALLENATORE: Vincenzo Vivarini (conf.)
POSIZIONE NELLA PASSATA STAGIONE: 3° nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione.

ROSA

PORTIERI: Tonti (’92, dal Forlì), Zummo (’93, dal Benevento), Narduzzo (’94, conf.), Lucantoni (’97, conf.), Serraiocco (’93, conf.).
DIFENSORI: Brugaletta (’94, dal Catania), Caidi (’88, conf.), Masullo (’92, conf.), Perrotta (’94, dal Pescara), Pomponi (’96, conf.), Scipioni (’87, conf.), Speranza (’85, conf.), Zara (’94, dal Fondi), Diakité (’90, dal Crotone).
CENTROCAMPISTI: Amadio (’89, dall’Aprilia), Cenciarelli (’92, conf.), Di Egidio (’96, conf.), Di Paolantonio (’92, conf.), Fiore (’87, conf.), Lulli (’91, conf.), Petrella (’93, conf.), Buonaiuto (’92, dal Benevento), Pigini (’89, dal San Marino).
ATTACCANTI: Bucchi (’83, conf.), Lapadula (’90, dalla ND Gorica), Casolla (’92, conf.), Donnarumma (’90, dal Pescara), Ongilio (’91, dall’Atletico Monte Azul).

TRATTATIVE: Tommasone (a, ’95, Genoa), Di Masi (p, ’91, Avellino), Aridità (p,’85, V.Lanciano).

FORMAZIONE TIPO (4231): Tonti; Speranza, Scipioni, Caidi, Masullo; Lulli, Cenciarelli; Casolla (Fiore), Lapadula, Di Paolantonio; Donnarumma.

COMMENTO – Per il ‘Diavolo’ sarà una bella sfida con L’Aquila per la supremazia regionale e forse anche per qualcosa in più. I teramani, reduci da una stagione di primissimo livello con tanto di promozione in Seconda Divisione, confermano il tecnico Vincenzo Vivarini e soprattutto il blocco difensivo Scipioni, Speranza (gente che ha fatto tanta gavetta nei dilettanti) e il lungo italo-marocchino Nebil Caidi (alla Giacomense nel 2009-2010 con 30 presenze e due reti). Anche a centrocampo si è pensato prima a confermare Lulli e Cenciarelli affiancati dall’ex Aprilia e Chieti Amadio. L’esterno offensivo Buonaiuto cerca  rilancio e spazio. In avanti restano l’esperto Bucchi, al quarto anno a Teramo dalla D alla C unica, e le ali Casolla (sei reti lo scorso anno) e Fiore arrivato a metà stagione dal Catanzaro. Cercherà di riguadagnare un posto tra gli undici anche l’esterno Petrella (nove reti all’esordio in D). Poi due colpi in avanti: Donnarumma (in prestito da Pescara dopo la stagione al Cittadella in B e in precedenza 14 reti con il Como) e l’estroso Lapadula autore di 7 gol con il Nd Gorica in Slovenia, ma anche di 24 reti in Seconda Divisione al San Marino nel 2011-12. In porta Tonti scaricato dal Forlì. Acquisti mirati e di categoria su un telaio già collaudato. Potrebbe essere tra gli outsider il Teramo di Vivarini che cercherà altri esterni difensivi esperti e un’alternativa a Bucchi e Donnarumma.

AGGIORNAMENTI- Rescinde il laterale Andrea Garofalo (’93). In uscita, ma in attesa di destinazione l’ala Casolla. In porta ritorna Federico Serraiocco (’93) in prestito dal Brescia. Per il portiere si tratta della quarta stagione in Abruzzo. Potrebbe partire uno tra Tonti, arrivato dal Forlì, e Narduzzo, già secondo di Serraiocco nello scorso torneo.

GIUDIZIO: ****

REGGIANA

PRESIDENTE: Alessandro Barilli
DIRETTORE GENERALE: Raffaele Ferrara
ALLENATORE: Alberto Colombo (nuovo)

PIAZZAMENTO NELLA PASSATA STAGIONE: 12° nel girone B di Lega Pro Prima Divisione

ROSA

PORTIERI: Feola (’91, dalla Pro Patria), Messina (’93, dalla Pro Patria), Voltolini (’96, conf.).
DIFENSORI: Spanò (’94, dalla Pro Patria), Andreoni (’92, dalla Pro Patria), Cossentino (’88, dalla Torres), De Biasi (’94, dalla Pro Patria), De Giosa (’81, conf.), Mignanelli (’93, dalla Pro Patria), Moretti (’96, dalla Pro Patria), Sabotic (’94, dalla Correggese), Rota (’97, conf.), Gueye (’95, dalla Juventus).
CENTROCAMPISTI: Angiulli (’92, dall’Avellino), Alessi (’77, conf.), Bouhali (’95, dal Genoa), Bruccini (’86, dalla Pro Patria), Ceccarelli (’97, dal Chievo V.), Magri (’95, conf.), Rampi (’91, conf.), Zanetti (’82, conf.), Maltese (’92, da L’Aquila), Ricci (c, ’90, Salernitana), Palumbo (c, ’89, Cavese), Barilli (’97, conf.).
ATTACCANTI: Sinigaglia (’81, dal Monza), Ruopolo (’83, conf.), Caruso (’94, dal Catania), Brunori Sandri (’94, conf.), Bernasconi (’96, dalla Pro Patria), De Santis (’96, dalla Roma), Siega (’91, dalla Pro Patria), Vernocchi (’95, dalla Pro Patria).

TRATTATIVE:  Plasmati (a,’83, Siena), Rosseti (d, ’90, Gavorrano),

FORMAZIONE TIPO (433): Feola; Spanò, Paolo Zanetti, De Giosa (Cossentino), Mignanelli; Maltese, Bruccini, Angiulli; Alessi (Siega), Sinigaglia, Ruopolo.

COMMENTO – A Reggio Emilia ancora non si è concluso il passaggio di consegne da Barilli a Vavassori, ex patron della Pro Patria. Intanto, l’ufficialità del cambio di proprietà è stato annunciato da una colonia di ex bustocchi giunti in Emilia. I due portieri: Feola e Messina, poi i difensori Spanò, Andreoni, Mignanelli, De Biasi, Moretti e Bruccini a centrocampo. In avanti Bernasconi, Vernocchi e l’ala Siega. A fare la differenza però saranno quelli presenti a Reggio Emilia già dalla passata stagione. Gente esperta che ha calcato campi di categoria superiore: come capitan Alessi e Paolo Zanetti (Vicenza, Empoli, Torino) retrocesso grazie alla sua duttilità tattica al centro della difesa, mentre Parola, ex mediano di Cagliari e Samp ha scelto la D con il Padova. Dopo una parentesi a L’Aquila in cabina di regia ci sarà Maltese e lungo gli esterni Angiulli dall’Avellino e Ricci dalla Salernitana. In avanti, non ha bisogno di presentazioni la coppia Sinigaglia-Ruopolo. Sinigaglia, dodici reti con il Monza, può fare da punto di riferimento, mentre Ruopolo, protagonista dell’Albinoleffe dei miracoli in coppia con Cellini e poi squalificato per il calcioscommesse, non ha perso il vizio del gol. Si cerca un altro esterno offensivo e una punta di scorta: sondati Pacilli e Plasmati (out per un brutto infortunio a Siena). La Reggiana può essere l’outsider e puntare ai playoff, ma molto dipenderà dalla voglia di correre e lottare dei suoi uomini più esperti. E intanto si continua ad aspettare la conclusione della trattativa per il cambio dei vertici societari.

AGGIORNAMENTI- Dopo l’addio di Parola, in mediana arriva Cosimo Palumbo (’89) dalla Cavese. Si tratta di un fantasista che con i campani ha vissuto la miglior stagione della sua carriera con 14 reti in serie D (poco felici le precedenti apperizioni in Lega Pro con Aversa, Monza, Como e Casale).
Dalla Juventus arriva in prestito il difensore della Primavera bianconera Gueye (’95).

GIUDIZIO: ****

SANTARCANGELO

PRESIDENTE: Roberto Brolli
DIRETTORE SPORTIVO: Oberdan Mellini
ALLENATORE: Fabio Fraschetti (conf.)
PIAZZAMENTO NELLA PASSATA STAGIONE: 5° nel girone A di Lega Pro Seconda Divisione

ROSA

PORTIERI: Nardi (’86, conf.), Marani (’95, dal Carpi), Stimac (’96, conf.), Cesario (’96, conf.).
DIFENSORI: Salvatori (’85, dal Martina Franca), Cola (’86, conf.), Calzola (’95, conf.), Fedi (’89, conf.), Maioli (’95, conf.), Giovanni Rossi (’89, conf.), Capitanio (’93, dal Como), Vinci (’93, conf.), Vona (’96, conf.), Corduas (’94, dal Marcianise), Ballardini (’91, da V.Entella), Dimitri Bisoli (’94, conf.), Traoré (’91, dal SudTirol), Tavanti (’95, dalla Juventus), Olivi ( ’80, dal Mantova).
CENTROCAMPISTI: Evangelisti (’81, dal Forlì), Scicchitano (’92, dal Pontedera), Ridolfi (’94, dalla Vis Pesaro), Mariani (’92, dal Bellaria), Moneti (’91, dal Poggibonsi), Negri (’94, dalla V. Castelfranco), Obeng (’86, conf.), Papa (’90, conf.), Piccoli (’81, conf.), Braccini (’95, dal Cesena), Prati (’95, dal Cesena), Torelli (’95, dalla Vis Pesaro)
ATTACCANTI: Graziani (’82, conf.), De Respinis (’93, dal Mantova), Argeri (’94,dalla V. Entella), Guidone (’86, dal Chieti), Radoi (’90, dal Rimini), Badalassi (’95, conf.), Palmieri (’95,da Recanatese), Pedrabissi (’95, dal Cesena)

TRATTATIVE: Nossa (d, ’85, V. Entella), Peccarisi (d, ’78, Avellino), Conti (d, ’87, Casertana), Porcaro (d, ’89, Avellino), Pasi (a, ’90, Bologna), Gerevini (c, ’93, Viareggio), Soumah (a, ’96, Juventus), Camara (a, ’96, Cesena), Torelli (c, ’95, Vis Pesaro), Ingegneri (d, ’92, Cesena),

FORMAZIONE TIPO (4321): Nardi; Cola, Salvatori, Olivi (Fedi), Giovanni Rossi; Papa (Obeng), Scicchitano; De Respinis, Evangelisti, Piccoli; Graziani (Guidone).

COMMENTO – In Romagna sanno come salvarsi. Gestione oculata e risultati per i gialloblu che ormai sono qualcosa di più che una bella favola. Il diesse Mellini ha saputo muoversi bene sul mercato ed è ancora in cerca di tasselli soprattutto in avanti per completare la rosa, oltre che a piazzare dei giovani in Serie D, ma negli ultimi giorni è forte il pressing su uno stopper d’esperienza come Samuele Olivi (’80), nell’ultima stagione al Mantova, ma con oltre 300 gettoni in B. Potrebbe essere lui il leader della difesa, mentre in avanti per la seconda punta si lavora al ritorno di Pasi in prestito dal Bologna. Aumenta la colonia di ex spallini: oltre al difensore Giovanni Rossi dal Forlì è arrivato Evangelisti, mentre dal Castelfranco Negri (provato in un’amichevole nell’anno della D). Dall’Entella è arrivato Elia Ballardini che assieme al confermato Dimitri Bisoli forma la coppia di figli d’arte. Comunque le basi sono quelle dello scorso anno. Fraschetti ritrova Cola Fedi dietro, Papa, Obeng e Piccoli sulla mediana e Graziani in avanti. Esperienza da gente come Guidone in attacco (13 reti col Chieti) e Salvatori in difesa. Ma anche tanti giovani interessant: Scicchitano dal Pontedera, in difesa Corduas del Marcianise via Trapani, mentre dal Carpi i giovani Palmieri (11 reti in D con la Recanatese) e soprattutto il ‘rosso di Pesaro’ Giacomo Ridolfi, classe 1994, piedi buoni e nonostante la giovane età già quasi 90 presenze in D con la Vis Pesaro oltre alle decine di convocazioni nella rappresentativa di categoria. Attenzione a De Respinis giovane esterno d’attacco in uscita da Mantova. Il Santarcangelo può ambire a qualcosa di più che una salvezza tranquilla. Chissà se Fraschetti opterà per la partenza a razzo come nella passata stagione.

AGGIORNAMENTI- Il diesse Mellini continua la campagna di mercato nel segno del mix di giovani promesse e gente d’esperienza: è fatta per lo stopper Samuele Olivi (’80), ex Mantova con tanta serie B  alle spalle, mentre dal Carpi, dopo oltre 70 presenze in D con la Vis Pesaro al fianco di Ridolfi, arriva Alberto Torelli (’95), centrocampista.

GIUDIZIO: ***

TUTTOCUOIO

PRESIDENTE: Andrea Dolfi
DIRETTORE SPORTIVO: Stefano Costa
ALLENATORE: Massimiliano Alvini (conf.)
PIAZZAMENTO NELLA PASSATA STAGIONE: 10° nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione, vince il playoff contro l’Arzanese

ROSA

PORTIERI: Bacci (’95, conf.), Morandi (’92, dal Prato).
DIFENSORI: Falivena (’86, conf.), Bossa (’90, dal Trissino), Ingrosso (’89, da L’Aquila), Pacini (’92, dall’Arzanese), Salustri (’93, dal Martina Franca), Konaté (’94, dall’Empoli), Colombini (’93, conf.), Zanchi (d, ’91, Perugia).
CENTROCAMPISTI: Balde (’88, conf.), Pane (’90, conf.), Vitale (’93, dal Sorrento), Di Giuseppe (’93, conf.), Deiola (’95, dal Cagliari), Mulas (’96, dal Parma), Gelli (’96, conf.), Gargiulo (’95, Empoli), Mancini Leonardo (’94, dal Prato).
ATTACCANTI: Colombo (’79, conf.), Tempesti (’94, dal Gavorrano), Ferrari (’89, conf.), Cherillo (’92, conf.), Sciapi (’91, dalla Colligiana).

TRATTATIVE: Pratali (d, ’79, Viareggio), Agius (d, ’86, Aprilia), Marianini (’79, svincolato), Di Dio (d, ’85, Foggia),

FORMAZIONE TIPO (4312): Bacci; Ingrosso, Falivena, Pacini, Salustri (Zanchi); Pane, Balde, Vitale (Di Giuseppe); Gelli (Cherillo); Colombo, Ferrari.

COMMENTO – I neroverdi continuano a sorprendere e faranno di tutto per difendere la categoria. Squadra però in ritardo. Mancano diverse pedine ad Alvini che prova a far il massimo con il materiale umano a disposizione. Su tutti capitan Corrado Colombo (in A con Brescia, Ascoli, Livorno, Samp, Inter e B con Torino, Atalanta e Pistoiese), trattenuto contro il suo desiderio di voler appendere le scarpette al chiodo. Falivena (alla quarta stagione ed ex Carrarese) nelle retrovie e Balde (al terzo anno in neroverde) in mediana completano l’ossatura centrale della squadra completata da giovani di, ci si augura, belle speranze. Bacci, ex Fiorentina, resta il giovane numero uno. Partito Colombini senior destinazione Arezzo, resta l’omonimo junior in difesa a contendersi il posto con Ingrosso da L’Aquila. Sul binario mancino arrivano Zanchi dal Perugia e Salustri dal Martina Franca. I confermati Pane e Balde a centrocampo poi ci sarà spazio per i giovani Garofalo, Mulas, Deiola oltre al prodotto di casa Gelli. Reparto nel complesso acerbo. In avanti oltre a Colombo ci saranno Ferrari giunto a metà stagione e che ha portato il suo contributo di gol per la promozione-salvezza. Sciapi, l’ex Empoli Tempesti e Cherillo ex Pontedera non garantiscono la doppia cifra.

GIUDIZIO: **

PRO PIACENZA

PRESIDENTE: Domenico Scorsetti
DIRETTORE SPORTIVO: Riccardo Francani
ALLENATORE: Arnaldo Franzini (conf.)
PIAZZAMENTO NELLA PASSATA STAGIONE: 1° nel girone B di Serie D

ROSA

PORTIERI: Donnarumma (’95, conf.), Iali (’92, dal Castiglione), Tabaglio(’97, dall’Albacrema).
DIFENSORI: Ballarini (’95, dall’Hellas Verona), Bini (’89, dal Mantova), Castellana (’95, conf.), Ignico (’94, dal Torino), Porcino (’88, dal Real Vicenza), Rieti (’89, conf.), Sanè (’96, dal Chievo Verona).
CENTROCAMPISTI: Aliboni (’87, dalla Lucchese), Matteassi (’79, conf.), Marmiroli (’94, conf.), Schiavini (’90,dal Mantova), Silva (’91,conf.), Ferrini (’85, dal Forlì).
ATTACCANTI: Caboni (’87, dalla Lucchese), Mazzocchi (’95, dal Bellaria), Mella (’93, dalla Pro Patria), Pasaro (’95, conf.), Ravasi (’94, dal Monza), Speziale (’94, dal Pavia), Torri (’82, dal Real Vicenza), Morga (’86, dall’Alessandria).

TRATTATIVE: Firriolo (c, ’94, Torino), Dene Salam (a, ’93, Lazio), Sirri (d, ’91, Alessandria)
FORMAZIONE TIPO (433): Donnarumma (Iali); Ignico, Bini, Rieti, Porcino; Aliboni (Ferrini), Matteassi, Silva (Schiavini); Caboni, Torri (Morga), Mella (Ravasi)

COMMENTO – A Piacenza, la prima squadra da qualche anno ha i colori rossoneri della Pro. Purtroppo la C unica inizia ad handicap. Otto i punti di penalizzazione per il ‘caso Sarti’ giocatore squalificato che non ha mai scontato il turno di squalifica, utilizzato undici volte e convocato per l’intero campionato. Salvezza diretta? Missione difficile, ma il gruppo di Franzini è parso più avanti rispetto ad altre rivali come ad esempio Tuttocuoio e Grosseto che sono ancora cantieri aperti. E allora tra i pali il giovane Donnarumma tra gli artefici della promozione avrà le spalle coperte da Iali. In difesa Bini e Porcino accedono alla categoria conquistato lo scorso anno con le maglie di Mantova e Real Vicenza. Rieti guiderà il reparto. In mezzo al campo l’esperienza di capitan Matteassi (decine di gare in B e Prima Divisione con Piacenza, Rimini, Albinoleffe, Spezia e Novara), i piedi buoni di Jacopo Silva, mentre tornerà utile la conoscenza della categoria di Ferrini e Schiavini. Aliboni prova il salto tra i ‘ pro’ dopo aver ben figurato con la Lucchese. Con lui il compagno di squadra Caboni che agirà sull’esterno dell’attacco, così come dalla parte opposta Mella dalla Pro Patria. Per il ruolo di punta centrale scelta gente esperta come il centravanti Omar Torri, in doppia cifra lo scorso anno tra Real Vicenza e Cuneo, ma con una bella parentesi in cadetteria con l’Albinoleffe o l’ariete Morga ex del Rimini, passato con scarso successo all’Alessandria. Sané e Ignico due giovani interessanti che hanno disputato la finale Primavera con Chievo e Torino. Una sola stella per la penalizzazione, come rosa ha almeno due o tre rivali alle spalle.

GIUDIZIO: *

LINK: La prima puntata di questa guida (aggiornata)
LINK: La seconda puntata di questa guida (aggiornata)

 



Leaderboard Derby 2019