Come ripetuto da coach Furlani più volte in settimana, la continuità per questa squadra è ancora un problema. Questa sera ne abbiamo avuto la prova più lampante. Dopo un ottimo avvio di partita, infatti, la Mobyt non è riuscita a mantenere testa e nervi saldi cedendo a un’Omegna vogliosa di vincere.

Primo quarto al fulmicotone per i biancazzurri, vogliosi di far vedere al proprio pubblico di credere nella vittoria. Benfatto con 8 punti, Hasbrouck con le triple e Amici in penetrazione, segnano il primo parziale della gara ed è subito 18-4 Mobyt. Dopo il timeout obbligato per coach Magro, Omegna scende in campo con un atteggiamento diverso e comincia pian piano a rientrare in partita, ma sono Hasbrouck prime e capitan Ferri poi e risistemare le cose con due triple pesantissime. I primi dieci minuti di gioco vedono Ferrara stabilmente al comando sul 17-29.

Ricomincia la gara ed è ancora Ferri a sbloccare le marcature con una bella tripla in apertura, mentre Pipitone si fa sentire sotto canestro con rimbalzi importanti e ottime giocate nel traffico. A questo inizio fortissimo segue un periodo piuttosto caotico della gara, con tanti errori da una parte e dall’altra. È Omegna a spuntarla, guidata dalle giocate sopra il ferro di Conger e dalle triple di Masciadri e Tavernelli si riporta prepotentemente in partita, arrivando all’intervallo lungo in svantaggio solamente di 1 punto (42-43) con tutta l’inerzia della gara in mano.

Dopo la pausa la partita comincia a scaldarsi: prima viene fischiato un antisportivo a Benfatto che segna il primo vantaggio della gara per Omegna, poi un fallo tecnico alla panchina di Omegna e un altro antisportivo questa volta a Saddler. La Mobyt però non è brava a sfruttare le sanzioni arbitrali con tanti errori ai liberi e subisce le iniziative dell’attacco rossoverde guidato da uno scatenato Gurini. Il risultato è che Omegna incrementa il proprio vantaggio, mentre gli estensi precipitano in un baratro fatto di errori al tiro, falli in attacco, brutta difesa e rimbalzi persi in difesa. Gli americani in biancazzurro continuano a non essere parte della gara e la Mobyt non riesce a tornare a capo della gara. L’ultima pausa della serata vede i padroni di casa con 8 lunghezze di vantaggio (67-59):

All’inizio dell’ultimo e decisivo quarto di gioco, una mini reazione estense con i cinque punti in fila di Castelli e Hasbrouck riporta in partita la Mobyt sul -5 (67-64). Subito dopo, però, un tecnico viene sanzionato ad Amici e la poca inerzia raccolta, viene subito sciupata con un nuovo -10. Da lì alla fine è tanta Omegna, con una conduzione perfetta del secondo tempo di gara, che porta a casa la partita con il punteggio di 81-74.

PAFFONI OMEGNA – MOBYT FERRARA  81-74
(17-29); (25-14); (25-16); (14-15)

PAFFONI OMEGNA: Iannuzzi 9, Conger 16, Masciadri 10, Tavernelli 17, Saddler 12, Resca, Vildera, Gurini 14, Dip 3, Smorto, Oglina n.e. All.: Alessandro Magro

MOBYT FERRARA: Castelli 17, Amici 5, Ferri 7, Benfatto 16, Hasbrouck 12, Huff 4, Bottioni, Casadei 4, Pipitone 7, Ghirelli. All.: Adriano Furlani



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global