I ventuno punti di distacco tra Ferrara e Jesi hanno per certi versi riequilibrato il bilancio della scorsa settimana: la Bondi sconfitta di 20 punti sul parquet di Verona, giovedì sera ha vinto di 21 al Pala Hilton Pharma contro l’Aurora Jesi, cogliendo la seconda vittoria casalinga consecutiva.

Ferrara in campo con il quintetto classico con Ibarra, Bucci, Rush, Henderson e Brkic. Le cose in attacco sembrano iniziare bene: buoni movimenti dei giocatori senza palla e pazienza per trovare l’uomo giusto per il tiro. Risultato, parziale di 12-4 biancazzurro guidato da due triple di Bucci e dalla voglia di Rush, complici però anche i tanti errori nell’attacco marchigiano che costringono coach Lasi al timeout. Al rientro Jesi si schiera a zona e anche in attacco le cose sembrano andare meglio soprattutto da 3 punti con Gueye e Santiangeli. La Bondi però non si scoraggia, con un paio di ottimi attacchi e altri canestri di Bucci (11 punti per lui nei primi 10 minuti) riesce ad arrivare al primo break sul +7 (23-16).
Nel secondo quarto l’attacco estense torna ad essere un po’ macchinoso e in difesa i biancazzurri subiscono un mini parziale di 4-0 firmato Hunter. Ci pensa Bucci con un’altra tripla a sbloccare la manovra offensiva, regalando ai suoi il +10 (30-20). In campo la Bondi riprende a dettare il suo ritmo sfruttando la capacità di Losi di alzare la testa dopo l’apertura e lanciare il passaggio lungo per le ripartenze in campo aperto. Difesa Bondi non troppo impegnata in questo secondo quarto: Jesi fatica a trovare conclusioni comode e quando le trova, troppi sono gli errori al momento del tiro, mentre il divario si allarga sempre di più alimentato dalle triple di Lestini e Ibarra. Alcune palle perse banali per i biancazzurri, fortunatamente non punite dall’Aurora, sporcano un secondo parziale sostanzialmente positivo chiuso in vantaggio per 49-34.

Come troppo spesso in questa stagione, nel terzo quarto le mani si raffreddano e la difesa torna ad essere quella delle peggiori occasioni permettendo a Jesi di rientrare in partita con un parziale di 7-2 (51-41). Il blackout dura solo qualche minuto ed è ancora Bucci a rompere il ghiaccio con la sua quarta tripla di serata, mentre anche Rush si risveglia e guida la manovra d’attacco biancazzurra per il massimo vantaggio della gara sul +17 (60-43). Jesi in serata decisamente negativa in attacco con tantissimi errori al tiro nonostante la qualità delle conclusioni non sia sempre malvagia. Ferrara dal canto suo aumenta la pressione difensiva, recupera palloni e continua a giocare il suo basket trascinata dalle bombe di Losi e compagni. Il terzo parziale vede Ferrara tagliare il traguardo della doppia decina di vantaggio sul 67-43.
Ultimo quarto che scivola via liscio con la Bondi a mantenere il vantaggio nonostante le mani dal manubrio si siano alzate con la conseguenza di qualche palla persa e tiri semplici sbagliati, ma Jesi non sembra venire a capo delle sue pessime percentuali al tiro. Da segnalare una schiacciata con effetti speciali di Rush che fa esplodere il Pala Hilton Pharma, un gioco da 4 punti di Gueye e i primi 2 punti stagionali per i giovani Verrigni e Ebeling. La partita finisce con la Bondi vittoriosa per 82-61.

BONDI FERRARA – AURORA JESI  82-61

PARZIALI: (23-16); (26-18); (18-9); (15-18)

Bondi Ferrara: Rush 18, Ebeling 2, Lestini 8, Ibarra 9, Bucci 17, Losi 7, Salafia, Verrigni 2, Henderson 6, Ghirelli, Brkic 13, Ferrara n.e. All.: Alberto Morea

Aurora Jesi: Greene 9, Hunter 8, Battisti 3, Lucarelli, Janelidze, Leggio 2, Paci 5, Santiangeli 20, Picarelli 2, Gueye 12. All.: Maurizio Lasi



leaderboard Coop Reno