Il derby tra Ferrara e Imola se lo aggiudicano i romagnoli, dopo una partita equilibrata e intensa fino all’ultimo secondo in cui Ferrara ha da recriminare per la gestione imprecisa e individualista degli ultimi possessi.

Bellissimo inizio di partita con le squadre che si affrontano a viso aperto. Nei primi minuti gli attacchi hanno la meglio contro le rispettive difese, Imola guidata da un ispirato Anderson (5/7 dal campo, 4/6 da tre) e da una maggiore decisione a rimbalzo (4 offensivi nel solo primo quarto) riesce ad avvantaggiarsi e a concludere il primo quarto in vantaggio di 5 punti. Entrato negli ultimi secondi del quarto precedente, Morea da fiducia a Ghirelli che è bavo a prendersi responsabilità in attacco, malgrado qualche comprensibile imprecisione. Ma la svolta avviene quando Brkic subisce il terzo fallo di Maggioli, centro che era riuscito a far valere la sua stazza imponente. Sotto canestro si liberano un po’ gli spazi e Henderson ne approfitta per aggredire la partita con 10 punti importantissimi che permettono alla Bondi di andare al riposo lungo sul 32-33, con una sola lunghezza da recuperare.

Al rientro in campo Ferrara cerca la fuga grazie ai canestri di Brkic che fissano il punteggio sul 40-36 dopo tre minuti. Imola si scrolla di dosso il torpore e, alzando il ritmo in attacco con un paio di contropiedi, ricuce lo strappo. Ancora una volta è però un fallo di Maggioli (il suo quarto) ad ispirare l’attacco Bondi. Capitan Losi non si lascia sfuggire l’occasione e con tre bombe di fila, condite da alcune letture difensive da campione, porta i biancazzurri sul massimo vantaggio di 10 punti a 2′ dal termine del quarto. Imola, sostenuta dal suo numerosissmo pubblico, non si perde d’animo e quando i ragazzi di Morea hanno un calo di tensione ne approfittano lucrando su un fallo su tiro da tre e una persa banale, riportandosi sul -4 alla fine del quarto. Il sostanziale equilibrio non si rompe neanche nell’ultimo quarto. Le squadre attaccano forte il ferro mostrando giocate di ottimo livello. In particolare è Bucci a mettersi in luce battendo sistematicamente la difesa avversaria. A metà del quarto però qualcosa nell’attacco di Ferrara si inceppa. Le azioni diventano degli 1 vs 1 prolungati il cui frutto sono 0 punti nei tre minuti successivi. A un minuto dalla sirena, sul 72 pari, la giocata decisiva: Rush dalla lunetta fa 0/2 mentre dall’altra parte Washington segna in penetrazione, subisce fallo e realizza l’aggiuntivo. Ferrara ha comunque l’occasione di vincere quando, dopo il canestro di Henderson e l’errore dello stesso Washington dalla media, si ritrova sul -1 palla in mano e 7” sul cronometro. Il contropiede viene però gestito male da Bucci che va a chiudersi in angolo per scaricare un pallone ingestibile a Losi, la cui preghiera non viene accolta dagli dei del basket.

Bondi Ferrara-Andrea Costa Imola 74-75
(15-20; 17-13; 23-18; 19-24)

Bondi Ferrara: Bucci 14, Rush 12, Brkic 14, Losi 15, Henderson 16, Ebeling, Lestini 3, Salafia, Verrigni, Ferrara, Ghirelli. All.: Morea.

Andrea Costa Imola: Sabatini 6, Anderson 22, Washington 13, Sgorbati, Maggioli 4, Cai, Amoni 5, De Nicolao 2, Prato 10, Preti, Hassan 13. All.: Ticchi.



Leaderboard Derby 2019