In vista di un futuro che si spera essere sempre a più alti livelli, SPAL e CUS Ferrara uniscono le forze. Le due realtà cittadine hanno infatti annunciato un accordo che permetterà alla squadra del presidente Mattioli di usufruire delle strutture di via Liuzzo (l’ex Kleb) per il recupero infortuni dei giocatori e più in generale per migliorarne la condizione fisica.

“L’intenzione – ha spiegato il presidente del CUS Giorgio Tosi – è quella di unire le eccellenze sportive della città. CUS ha oltre diecimila tesserati. Per numero siamo superati solo da Milano e Roma. Questo fa capire le nostre potenzialità e il tipo di offerta che proponiamo alla città”. L’altro presidente, Mattioli, non ha fatto altro che rimarcare la sintonia che si è creata negli ultimi tempi con la controparte: “Quella del CUS ci è parsa da subito una proposta importante che abbiamo accolto ben volentieri, perché si parla di strutture all’avanguardia. Credo che questo possa essere l’inizio di una collaborazione più ampia, dato che già in passato si era parlato di condividere qualche progetto a livello di settore giovanile e scolastico. Un settore in cui il CUS sta facendo un bel lavoro, con ottimi allenatori. In più, e questa è un’anticipazione, nella prossima stagione, a prescindere dalla categoria, dovremo mettere in piedi per regolamento anche una squadra femminile, con una quarantina di ragazze Under12. E’ un fronte su cui vorremmo lavorare col CUS e spero si possa trovare un accordo col presidente Tosi per l’uso delle loro sedi, che mi sembrano le più appropriate per un progetto simile. In passato ho già fatto un’esperienza nel campo del calcio femminile e so quanto sia un’impresa impegnativa”.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes