Ricomincerà sabato il campionato della Niagara 4 Torri Volley, che nelle ultime due settimane ha beneficiato della pausa tra girone di andata e girone di ritorno del campionato di Serie B2. I ragazzi di coach Martinelli per tenersi in allenamento hanno affrontato in amichevole la Valsugana Padova, squadra militante nella stessa categoria, ma in un altro girone. A farci un riassunto dell’amichevole e della situazione dei granata al giro di boa in campionato ci ha pensato Matteo Bernard, capitano dei granata.

Si parte da un breve riassunto dell’amichevole durata quattro set: “Abbiamo scelto la Valsugana perché per molti aspetti è una squadra simile alla Fanton Modena, che dovremo affrontare in trasferta sabato. Nei quattro set abbiamo avuto modo di giocare tutti: mentre nei primi due abbiamo giocato a pieno ritmo, nel terzo e nel quarto set c’è stato un lieve calo. In ogni caso, l’amichevole ci è servita a riprendere confidenza con il campo, anche perché tra gli infortuni ed i malanni di stagione non ci siamo mai allenati al completo nelle ultime settimane”.

Le somiglianze tra Padova e Modena Est spiccano non riguardano solo le caratteristiche tecniche, ma anche il pallone di gioco utilizzato. Padova, come Modena, utilizza i palloni della Molten, più pesanti rispetto al classico Mikasa gialloblu e differenti per rotazione e parabola della battuta. A complicare le cose questo sabato ci sarà poi il fattore campo: “Contro Modena Est sarà dura perché giocheremo in un campo abbastanza ostico. Gli spazi contigui al terreno di gioco sono ristretti ed il tetto è basso. Ci servirà una buona ricezione per arginare la loro battuta e poter rigiocare al massimo”.

Il capitano granata ci ha dato poi un parere sul girone di andata e sulla posizione in classifica che la Niagara si è conquistata partita dopo partita. “Ad ottobre avremmo messo tutti la firma su un girone di andata come questo. Avremmo potuto gestire meglio un paio di partite, senza regalare punti contro le dirette avversarie come Montalbano, perché se due settimane fa fossimo andati al tie-break avremmo mosso la classifica ulteriormente. Io comunque in generale preferisco non pensare alla classifica, perché anche se sappiamo in che posizione siamo, sappiamo a maggior ragione che nel nostro girone una vittoria o una sconfitta possono fare la differenza, sono quasi tutti scontri diretti. Dobbiamo continuare a lavorare in palestra guardando partita per partita senza fare conti“.

Da ultimo, Bernard ha speso due parole sul suo gruppo, e qui i complimenti non sono mancati. “La squadra che si è creata è una forza: rispetto allo scorso anno, la composizione è molto diversa. prima c’erano alcuni elementi validissimi, che però non aiutavano alla creazione di un gruppo unito. Quest’anno invece ci siamo calati tutti nel contesto della squadra. Essere uniti ci ha aiutato molto finora”.

foto di Bruno Faccini per gentile concessione dell’Ufficio Stampa 4 Torri Volley Ferrara



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global