Inizia con una sconfitta il girone di ritorno della Niagara 4 Torri, che rientra da Modena a mani vuote dopo un 3-0 a opera della Fanton. I modenesi si sono imposti senza troppi problemi, causa una prestazione un tantino sotto tono da parte dei granata. Coach Martinelli però invita alla calma: “Nessun campanello d’allarme”.

Come preannunciato dal capitano Matteo Bernard, il match contro Modena non è stato facile. La palestra non troppo spaziosa ed il soffitto particolarmente basso ha imposto a tutti una particolare precisione nelle varie fasi di gioco. Proprio la paura di non toccare il soffitto ha frenato i ferraresi, che hanno avuto bisogno di un po’ di tempo prima di riuscire a prendere le misure con gli spazi di campo. La Fanton Modena ha messo in difficoltà i ferraresi in battuta fin dai primi scambi, facendo soffrire la ricezione di coach Martinelli. Ferrara fatica anche in battuta a causa dello spazio praticamente nullo a fondo campo. Gli animi si sono un po’ scaldati tra i ragazzi granata, che non sono riusciti a trovare la giusta determinazione per poter contrastare l’attacco modenese.

Anche se il primo set si è dimostrato fin da subito una sfida difficile, la 4 Torri ha comunque provato a rimanere attaccata agli avversari. A metà del set però i modenesi hanno mostrato la loro superiorità sul campo di casa e hanno chiuso senza troppi problemi (25-15). Anche durante il secondo set i granata non sono riusciti ad ingranare la marcia, e si sono ritrovati a subire fin da subito. Il secondo set è terminato 25-17. Con l’inizio del terzo set i ferraresi hanno tentato la rimonta, restando sempre attaccati ai modenesi e cercando di concedere meno possibile agli avversari. Il parziale è rimasto in equilibrio fino al venti pari, poi la Fanton ha trovato la giusta chiave di lettura ed è andata a prendersi il terzo set e la vittoria (25-20).

Fanton Modena Est – Niagara 4 Torri Ferrara 3-0
Tabellino: Drago 3, Baldazzi 5, Govoni 1, Fontana 6, Bortolato 8, Bragatto 1, Bernard 6, Di Renzo (L).

POST PARTITA
Queste le parole di coach Martinelli a fine partita. “Questa sera il risultato negativo poteva starci: loro in casa battono molto bene, ci hanno messo molto in difficoltà. Hanno sbagliato molto meno di noi, attaccato meglio e commesso meno errori ed il risultato è stato questo. Io non credo comunque che ci sia troppa differenza tra noi e loro, ma eravamo consapevoli che sarebbe stata una partita difficile. Inoltre, siamo in emergenza infortuni da inizio gennaio: anche se questo non deve essere un alibi, come non deve essere la palestra degli avversari, giocare ed allenarsi senza la squadra al completo è sempre difficoltoso. Merito ai nostri avversari, noi lavoreremo a testa bassa, perché non perdiamo il valore che abbiamo dimostrato in tutti questi mesi con una partita sbagliata. Speriamo di riuscire a rimettere insieme i cocci e ricominciare da lunedì con il solito entusiasmo e la solita determinazione”. 



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global