Poche soddisfazioni in serie D per i giovani spallini in prestito, nonostante la doppia chance per alcuni con il turno infrasettimanale. Fa eccezione il ritrovato Ranieri che mantiene inviolata la porta con il suo Foligno. Arrivano dall’Eccellenza le prestazioni migliori con la coppia Nava-Scarpi che vola in testa con l’Adriese e Berto che merita un’ampia sufficienza nel successo del Sant’Agostino.

SERIE D

ALESSANDRO MACARIO (OLTREPOVOGHERA)- Nel doppio turno settimanale resta in panchina sia nel successo col Derthona (0-2) che nel pareggio contro la Novese (0-0).

ALBERTO MILAN (FEZZANESE)- Esordio nel turno infrasettimanale di mister Zuccarelli che sostituisce Ruvo. La Fezzanese cade in casa all’ultimo minuto contro il Chieri dell’ex Chievo e Samp Franco Semioli. Milan subentra al 73’ al posto di Delvigo. Nell’impegno domenicale i liguri perdono 4-2 in casa del Ligorna, un’importante sfida salvezza. Eppure erano andati avanti due volte. Milan rimedia un giallo e un 5,5 dal Secolo XIX.

CORRADO CONCAS (TAMAI)- La mezzala è ancora fuori per infortunio e salta il doppio impegno settimanale. Ha ripreso gli allenamenti con il lavoro differenziato, dovrebbe ritornare a disposizione entro tre settimane.

ALESSIO ATZORI (RAVENNA) – Il Ravenna batte a sorpresa per 2-1 la Correggese. Atzori entra negli ultimi otto minuti al posto dell’ex Battiloro. Senza voto la sua prova. Segnano l’eterno Innocenti e Petrascu per i giallorossi, mentre l’ex Landi, appena arrivato dall’Imolese, aveva firmato il pari momentaneo. E’ invece assente per influenza nella brutta sconfitta in casa del Bellaria (2-1).

MARCO LAQUAGLIA (MEZZOLARA)- L’ex capitano della Berretti è sulla via del recupero dall’infortunio. Riappare in panchina nel match vinto dal Mezzolara contro il Legnago 2-1.

GIANMARCO PIERFEDERICI (SAN MARINO)-  L’esterno scuola Cesena resta in panchina nel match di cartello con il Delta Rovigo finito in parità (1-1). Trova invece il campo nella ripresa in Villafranca-San Marino (1-2) entrando all’ottavo della ripresa sull’1-1 al posto di Braccini, quando Medri ha cercato di aumentare il potenziale offensivo.

GIOVANNI RANIERI (FOLIGNO)- Dopo essere rimasto a lungo in naftalina, il portiere scuola Inter trova la conferma anche grazie alla prestazione contro la capolista Gavorrano. Anche contro il Gualdo Casacastalda (0-3) mantiene inviolata la propria porta, poco lavoro con Foligno padrone del campo.

ECCELLENZA

FEDERICO NAVA E DAVIDE SCARPI (ADRIESE)- L’Adriese ritorna in vetta alla classifica grazie al successo sul Pozzonovo (1-0) . Così La Voce di Rovigo sul binario di destra targato SPAL: “Nava 6,5. Diligente. Svolge il suo compito con la massima attenzione, nel primo tempo preziose le sue incursioni in avanti sulla fascia destra”. Ancora un 7 per l’attaccante Scarpi: “Motorino. Nel primo tempo scorrazza sulla parte destra mettendo in seria difficoltà la difesa padovana, forse insiste un po’ troppo a cercare triangolazioni su un campo impossibile”, poi viene sostituito al 39’ della ripresa da Di Bari.

ANDREA BALDON (COPPARESE)- La Copparese strappa un punto alla Savignanese (0-0). Ancora a secco il centravanti che nei settantatre minuti in campo rimedia un giallo e un 5,5 per La Nuova Ferrara: “con più calma potrebbe influire molto di più”. Al 20’ offre un assist a Thiaw, ma davanti non incide.

NICOLA BERTO E FEDERICO MERIGHI (SANT’AGOSTINO)- I ramarri sono al quinto posto in classifica battendo il Cervia (2-1). I gemelli del gol Gilli e Nalli vanno in gol, mentre per i gemelli spallini Berto e Merighi, mister Ferrari prevede la consueta staffetta. Gioca dal primo minuto Berto e resta in campo fino all’87’ quando entra Merighi (non giudicabile). Per l’esterno prestazione da 6,5 per i colleghi de La Nuova Ferrara: “esce esausto e tra gli applausi”.

GIOVANNI DE MARTINO (ARGENTANA)- Contro il Classe, l’Argentana perde 3-2. Il gol dei locali che apre le danze nasce da un’indecisione fra De Martino e il portiere Biavati che porta alla rete Collini. Il giovane spallino si spegne e dopo sette minuti della ripresa lascia il posto a Maione. Per La Nuova Ferrara è una prova da 5: “il primo gol è un concorso di colpa con il portiere, episodio che lo condiziona poi per tutta la partita”.

MATTEO BRAGHIROLI (GRANAMICA)- Il Granamica perde 0-2 contro il Conselice. Il centrocampista classe 1998 non è stato convocato.



Leaderboard Derby 2019