Tutto facile per la SPAL a Santarcangelo. Andiamo a vedere come si sono comportati singolarmente in biancazzurri nell’ampia vittoria di oggi pomeriggio in terra romagnola.

CONTINI 6,5 – Partita da spettatore non pagante, nella quale si limita all’ordinaria amministrazione e al giro palla di inizio azione. Nel finale si merita il voto per la parata reattiva su Fuchi.

POSOCCO 7 – E’ senza dubbio uno dei giovani spallini più interessanti per il futuro. Dà continuità alle sue prime uscite in Coppa Italia di Lega Pro, tutte davvero molto positive. Non subisce mai in fase difensiva e si leva anche la gioia del gol dimostrando grande voglia e personalità. Per lui è il secondo nella competizione.

SILVESTRI 6,5 – Era tanto che non scendeva in campo. Nel primo tempo prima subisce una brutta botta, poi mette una gran palla alle spalle della difesa del Santarcangelo per la terza rete della SPAL. Lottatore.

COTTAFAVA 6,5 – Al rientro dal primo minuto, torna ad occupare la sua posizione centrale nella difesa di mister Semplici. Si fa anche vedere in proiezione offensiva con una conclusione a volo sugli sviluppi di un corner. La sua presenza sarà fondamentale fino a fine campionato.

GIANI 6,5 – Viene impiegato dal primo minuto poiché squalificato in campionato. Scala una posizione verso la sinistra, come interno di difesa e fornisce una prova pienamente sufficiente.

BEGHETTO 7 – A Santarcangelo aveva già ben figurato in campionato. Per l’esterno biancazzurro ottima prova anche oggi, condita da tanta corsa e tanta tecnica. Pur essendo tra i più giovani è uno dei giocatori di maggior personalità della squadra. Sempre affidabile.

SCHIAVON 6,5 – Altra partita da titolare per mettere ritmo e minuti nelle gambe. Corre tanto, dà sostanza al reparto e non disdegna alcune proiezioni offensive.

BELLEMO 6,5 – E’ lui il perno regista della SPAL di Coppa. Disputa una partita ordinata con l’atteggiamento giusto.

DI QUINZIO 6,5 – Torna ad occupare la sua zona di competenza dopo l’esclusione contro l’Aquila. La sua tecnica prevale nettamente sugli avversari per tutta la partita. Gioca metà della ripresa come seconda punta, dimostrando duttilità. (dal 31′ s.t. GENTILE 6) – E’ sempre bello vedere un giocatore voglioso di giocare al massimo anche solo per uno spezzone di gara. Siamo certi che il suo apporto in queste ultime dodici partite di campionato sarà fondamentale.

GRASSI 7 – Si rivede in campo come seconda punta, sintomo che l’allenatore vuole insistere su di lui in quel ruolo. Ha molti spazi a disposizione sin dall’inizio e prova a concludere diverse volte con il suo educatissimo piede mancino. Al terzo tentativo arriva il gol del 2-0. Quando viene sostituito, prima di uscire, va a stringere la mano a Zauli. Bella scena di calcio. (dal 22′ s.t. DE VITIS 6) – Si piazza a centrocampo nel finale, mettendo la sua corsa al servizio dei compagni.

CELLINI – 7,5 Certo, per un giocatore come lui, ultimamente quasi mai impiegato in campionato, giocare una partita di Coppa Italia Lega Pro dev’essere tutt’altro che stimolante. E’ però bravo a interpretare al meglio il match e a sbloccarlo dopo sedici minuti. Sul finire del primo tempo, poi, si libera bene della difesa romagnola e trafigge ancora una volta il portiere romagnolo siglando un bel gol. Nella ripresa decide di portarsi a casa il pallone e ci riesce realizzando in mischia. Esce tra gli applausi. (dal 15′ s.t. ZIGONI 6) – Entra motivato per cercare a tutti i costi la gioia personale. Ma un po’ per sfortuna e un po’ per imprecisione, non la trova. Appuntamento rimandato.

All.: SEMPLICI 6,5 – Viene completamente ripagato dall’ampia rotazione da lui scelta. Ha una rosa lunga, competitiva e affidabile: fa bene a sfruttarla tutta. In questo finale di stagione avrà da pensare anche alle semifinali di coppa.

SANTARCANGELO: Sambo 4,5; Yabre 5, Mordini 5, Obeng 5, Capitanio 5 (dal 12′ s.t. Urso 6), Arrigoni 5,5, Di Cecco 5, Romano 5 (dal 19′ s.t. Mancini 5,5), De Respinis 5, Bardelloni 6 (dal 37′ s.t. Fuchi s.v.), Palmieri 5. All.: Zauli 5.



Leaderboard Derby 2019