Nemmeno il tempo di godersi un po’ il largo successo in Coppa Italia Lega Pro, che la SPAL ha già un altro scoglio da superare: domenica il “Mazza” arriverà il Prato per la 23^ giornata di campionato. Un campionato che rimane l’obiettivo principale dei biancazzurri, come ha ribadito oggi in conferenza stampa mister Semplici: “Dobbiamo dimenticare i cinque gol rifilati al Santarcangelo e ricordarci del pareggio con L’Aquila, dove potevamo sicuramente fare qualcosa di più. Ci aspetta una gara completamente diversa rispetto a quella di mercoledì e abbiamo tutto da perdere. Loro verranno qui come sempre per fare la partita della vita, ormai i nostri avversari ci hanno abituato a questo comportamento quando giocano contro la SPAL. Starà a noi mettere le cose in chiaro, cercare di prendere subito la redini del gioco e portare a casa i tre punti, fondamentali per il nostro traguardo”.

Nonostante abbia una posizione secondaria per rilevanza, la Coppa Italia ancora una volta è stata importante per valutare la condizione fisica della SPAL, in particolar modo di chi gioca meno, e il furore agonistico messo in campo a Santarcangelo non può che rasserenare il tecnico spallino: “Mercoledì ci sono stati tantissimi segnali positivi che ovviamente mi fanno solo piacere, come la crescita dei giovani, la conferma di altri giocatori che da tempo non facevano tutti i novanta minuti e lo stato di salute generale del gruppo. Abbiamo dimostrato di affrontare tutti i nostri impegni nello stesso modo, onorando le competizioni, con umiltà e determinazione. Mi fa piacere la grande grinta dei miei ragazzi e penso che sia l’arma in più che ci ha sempre contraddistinto da inizio stagione. Mi auguro di vedere lo stesso spirito domenica perché ne avremo bisogno per fare bottino pieno”. La prestazione più che convincente di alcuni elementi non potrà che mettere in difficoltà Semplici al momento di decidere definitivamente i titolari di SPAL-Prato: “Ho visto tanti giocatori in crescita, in difesa hanno fatto un ottimo lavoro sia Cottafava sia Silvestri, mi ha fatto piacere la buona prova di Schiavon e sono sereno anche per quanto riguarda il reparto avanzato, Grassi e Cellini hanno confermato i loro valori, ed è rientrato in gruppo anche Ferri. Ho la fortuna di disporre di due possibili titolari per ruolo e starà a me scegliere la formazione più competitiva possibile il fine settimana per affrontare ogni partita come se fosse una finale. Sceglierò chi mi offre più garanzie sia dal punto di vista fisico, sia tecnico, sia psicologico”.

All’andata finì 0-0 al “Lungobisenzio”, ma secondo Semplici quello del girone di ritorno sarà senza dubbio un match più aperto: “Il Prato è una squadra competitiva, con elementi di valore. Dopo il mercato di gennaio si sono rinforzanti e anche noi siamo molto cresciuti da inizio stagione. Hanno giocatori di prospettiva, d’altronde penso che tutte le concorrenti di questo girone siano attrezzate per battere chiunque”. La SPAL domenica ritroverà il suo pubblico. Dopo la bella risposta dei tifosi estensi nel posticipo contro il Pontedera, c’è ancora bisogno di tutto il calore del Mazza delle grandi occasioni da qui alla fine: “Mi auguro ci sia una cornice di pubblico importante, abbiamo bisogno del supporto dei nostri tifosi per chiudere nel migliore dei modi questo finale di stagione. Ringrazio tutti per essermi stati vicino in questo momento difficile, ma ora c’è soprattutto bisogno di stare vicino ai giocatori, perché saranno loro l’ago della bilancia da cui dipenderà il risultato finale di questo nostro cammino”.



Leaderboard Derby 2019