Pur incerottata, la Bondi Ferrara riesce finalmente a trovare un po’ di continuità sconfiggendo a domicilio una battagliera Unieuro Forlì. Trascinati da Cortese e Moreno i ragazzi di coach Martelossi hanno messo insieme la seconda vittoria consecutiva: non ci erano ancora riusciti finora. Ora la classifica si fa decisamente più rassicurante, con Ferrara che staziona nel gruppo centrale con Treviso, Ravenna e proprio Forlì.

Il Kleb affronta l’esame Forlì degli ex Giorgio Valli e Riccardo Castelli dopo la sofferta quanto importante vittoria contro Orzinuovi. I soliti acciacchi condizionano Ferrara, ci sono guai muscolari anche per capitan Cortese che parte comunque in quintetto. Recuperato Rush dopo un mese di assenza forzata, condizione non al massimo, ma è una pedina fondamentale nello scacchiere di coach Martelossi.

L’approccio degli estensi è ottimo, con Fantoni che va subito a referto con due punti appoggiati al vetro. Si iscrive al tabellino della gara anche Hall, poi canestro e fallo targato Fantoni: 7-2 Bondi. Castelli dall’altra parte fa presente di esserci anche lui, gli risponde Cortese direttamente da rimessa. La partita rimane vivace, Jackson spara dall’arco, Hall prova a rispondere con la stessa moneta e viene fermato col fallo. L’americano fa solo 2 su 3 dalla lunetta. Forlì si affida soprattutto all’ex di giornata, Castelli: l’ex Bondi è protagonista assoluto e servono un paio di giocate sopraffine di Hall e Cortese per tenere a bada i romagnoli. Poi arriva il primo tentativo di allungo della partita del Kleb: Molinaro inchioda la bimane in contropiede, Moreno dalla lunetta e infine uno spettacolare alley-oop firmato ancora “Yan-Lollo” (15-26). Forlì accorcia sul finale di quarto con un canestro dalla spazzatura di Thiam e una bomba clamorosa di Fallucca sulla sirena. Un’ottima Bondi è avanti 26-20 al 10′.
Si riparte proprio con un Fallucca scatenato che mette un’altra tripla, ma sull’onda dell’emotività commette un fallo antisportivo capitalizzato solo parzialmente da Cortese con un 2 su 2 ai liberi. 
Arriva il momento del rientro in campo anche per Erik Rush: prova subito due triple l’americano della Bondi, che però non trovano la via della retina. Forlì trova la forza di agganciare il Kleb con un break di 6-0 fermato soltanto da un 2/2 di Fantoni ai tiri liberi. Poi tripla di Jackson a cui risponde un ispirato Hall: Ferrara è sempre davanti. La Bondi è lì, con un bel canestro di Molinaro su assist di capitan Cortese e si accende anche Venuto con una tripla importante. La partita però vive di strappi e nel finale di primo tempo Forlì assesta uno 6-0 che manda tutti al riposo sul 42 pari.

 

Dopo l’intervallo si riparte dalle certezze: Hall da una parte, Castelli dall’altra. L’americano è protagonista a tutto campo, talvolta anche in negativo, come quando manda Naimy in lunetta con tre tiri liberi che vanno tutti nel sacco. Il Kleb non ci sta e avvia il bombardamento dai 6,75: a segno Moreno e due volte Cortese. Forlì prova a rimanere a contatto con Severini e Jackson, la Bondi prova a scavare il solco ancora con Moreno (51-56). Naimy non ci sta e piazza la tripla del -2. Regna l’equilibrio all’Unieuro Arena, partita tiratissima. Chiusura di quarto ancora nel segno di Moreno, Ferrara avanti di 5 (58-63).
Al rientro in campo sembra esserci solo Forlì: la squadra di Valli piazza un parziale di 7-0, ma la Bondi si ricompone rapidamente e si affida a un positivo Molinaro: che nello spazio di un amen fattura sei punti (con un assist fantastico di Moreno) e riporta avanti Ferrara. Il finale è da batticuore: il Kleb affida le sorti della partita al suo capitano, ma è ancora Moreno ad infilare la tripla del 74-74. Ultimo possesso Bondi, ma sbagliano prima Cortese poi Molinaro. Si va all’overtime.

Nel supplementare è un Castelli show: 7 in fila per il capitano di Forlì. Ferrara rimane lucida e risponde con due triple targate Cortese e Venuto. Jackson sul fronte opposto cerca di far saltare il banco con una tripla clamorosa, replica Rush con un punto ai liberi. E’ una sfida senza esclusione di colpi: tripla di Moreno, altri due di Jackson per Forlì e poi la bomba dalla distanza dell’uomo che non ti aspetti, Alessandro Panni. Il tabellone segna 85-87, Forlì ha le spalle al muro con l’ultimo possesso. Castelli sfida Cortese e si vede stoppato dal capitano. Sembra finita, ma c’è un altro brivido: infrazione di campo a un secondo dalla fine e rimessa Forlì. Ma i ragazzi di coach Valli non riescono a trovare la via della retina e il Kleb può tornare a casa con un successo chiave per classifica e morale.

Unieuro Forlì-Bondi Kleb Basket Ferrara 85-87

FORLì: Castelli 23, Fallucca 12, Naimy 15, Campori, Jackson 21, Bonacini 3, Severini 5, Thiam 2, Piazza ne, Pinza ne, De Laurentiis 4. All. Valli.

FERRARA: Mancini ne, Rush 1, Drigo ne, Hall 11, Fantoni 11, Carella ne, Molinaro 15, Cortese 22, Venuto 6, Panni 5, Moreno 16. All. Martelossi.

Arbitri: Weidmann, Ferretti, Gonella.
Parziali: 20-26; 42-42; 58-63; 74-74; 85-87.
Spettatori: 3535.



Leaderboard Derby 2019