Centodieci anni sono un traguardo ragguardevole e per festeggiare a dovere questa ricorrenza la SPAL ha presentato nel pomeriggio di giovedì la divisa storica che la squadra indosserà domenica in occasione del match casalingo contro l’Hellas Verona. Davanti ad un parterre de roi di tutto rispetto composto da vecchie glorie biancazzurre come Malatrasi, Massei, Pasetti, Bozzao, Albiero, Fabbri, Labardi, Mangoni, Novelli, Croci e Ferrari, Alessandro Crivellaro, direttore commerciale, ha fatto gli onori di casa: “Siamo all’apice di questa iniziativa. Dopo i folder e l’annullo filatelico, è il momento della maglia, prodotta in collaborazione con Macron, sponsor tecnico della SPAL. Le divise indossate dai giocatori nel primo tempo verranno ritirate all’intervallo e messe all’asta. Il ricavato sarà devoluto in favore di alcune associazioni benefiche. Il cofanetto finale verrà venduto a partire da domenica mattina allo SPAL Store e all’interno ci saranno due cartoline, una maglia e un timbro postale che annulla in sostanza il valore dei francobolli ma che a livello personale ha ovviamente un’importanza considerevole”. Domenica mattina le maglie (700) verranno messe in vendita alla presenza delle Poste Italiane che rimarranno allo stadio dalle 10 alle 12.30.

Presente all’evento anche Gianluigi Colisi Rossi di Macron per svelare i primi dettagli sulla maglia: “Sarà biancazzurra e ricorderà le divise degli anni Cinquanta. Il percorso è nato nel momento in cui la dirigenza della SPAL è venuta in azienda per parlare della fornitura stagionale. Confrontandoci con il presidente abbiamo scelto di iniziare un percorso per creare non solo una maglia, ma proprio un evento che rendesse onore al blasone di questa società. Così è stato creato il cofanetto per offrire un oggetto da collezione, essendo a edizione limitata”. Si tratterà di un ritorno al passato vero e proprio perché sulle divise non sarà presente alcuno sponsor, come precisa Crivellaro: “A tal proposito voglio ringraziare i nostri partner, Tassi Group ed ErreEffe Group,  perché hanno capito alla perfezione la bontà e l’ambizione di questa iniziativa”.

I PREZZI – Il cofanetto contenente maglia, cartoline, cartoncini celebrativi e una pergamena con i ringraziamenti dell’attuale dirigenza sarà proposto al pubblico a 110 euro. Prese singolarmente, invece, le cartoline (stampate in tre modelli) costeranno 4,90, così come i cartoncini. I folder (300 disponibili) a 19,90.

LA MAGLIA – Simile a quella usata dalla SPAL per l’ultima volta in Supercoppa di Lega Pro nel maggio 2016 contro il Cittadella, è bicromatica: busto totalmente azzurro con maniche bianche come vuole la tradizione. Il colletto, anch’esso bianco, presenta i classici laccetti stile anni Cinquanta: “e non è una banalità perché per realizzarli abbiamo dovuto chiedere la deroga in Lega, che ha capito l’importanza della ricorrenza”, afferma Crivellaro. Sul retro la scritta SPAL 1907-2017. Totally black (o rossa nella sua variante) la tenuta dei portieri, che però non verrà messa in vendita.



leaderboard Coop Reno