Il Kleb ritrova la vittoria e il sorriso, in una serata che è coincisa con una prestazione finalmente sopra le righe di Erik Rush. E’ comunque il collettivo a funzionare, soprattutto sul fronte difensivo.

RUSH 7 – Il neo coach Bonacina lo schiera in quintetto assieme a Cortese e la scelta paga. Ottimo impatto quello di Erik, nel primo quarto sforna già 5 punti e raccoglie sei preziosi rimbalzi. L’impegno non manca, come sempre, e quest’oggi l’americano della Bondi ha anche buone percentuali al tiro. Mette la bomba del +12 a 7 minuti dalla fine delle ostilità.

HALL 6.5 – Dopo l’opaca prestazione di Montegranaro, il pubblico estense si aspetta il pronto riscatto dal miglior giocatore del mese di dicembre. L’inizio è incoraggiante, subito una tripla e un canestro importante dal pitturato. Poi Mike ci mette tanta sostanza e raggiunge l’ennesima doppia cifra della propria stagione (16 punti e 10 rimbalzi). I suoi numeri sono inattaccabili.

FANTONI 6,5 – La sua presenza dentro l’area si fa sentire eccome, soprattutto nella metà campo offensiva, dove il pivot della Bondi raccoglie sette rimbalzi. Cala decisamente nei secondi venti minuti, ma porta comunque il suo contributo alla causa.

MOLINARO 6.5 – Poco spazio per lui nel primo tempo, Bonacina insiste su Fantoni e, in alcuni casi, gli preferisce pure Rush nel ruolo di ala grande. Ha un sussulto d’orgoglio a inizio quarto parziale, quando recupera due palloni importanti che consentono al Kleb di portarsi sul +7 sul 61-54. Recupera tanti palloni dalla spazzatura e contribuisce alla rimonta estense con la sua intensità.

CORTESE 6 – L’inizio non è dei migliori: impreciso dall’arco, in difesa soffre la seratona di Alviti. Fatica anche nella ripresa, ma da vero capitano non si scoraggia e si mette in proprio attaccando il canestro. Nel complesso una prestazione al di sotto dei suoi standard, ma nel finale riesce anche a trovare la tripla liberatoria che chiude la partita.

VENUTO 5.5 – Coach Bonacina gli preferisce Moreno in quintetto, il playmaker ex Biella entra in campo e piazza subito la “bomba” del +11 Kleb sul finire del primo parziale. Poi una gara piuttosto anonima. Chiude con 3 punti in 16 minuti di utilizzo.

PANNI 6.5 – Nel primo tempo, una tripla fortunosa e poco più. Poi, proprio come Molinaro, diventa l’arma in più della Bondi nei secondi venti minuti. Altri due canestri dall’arco fondamentali, l’ultimo dei quali spedisce Ferrara sul +14 (71-57).

MORENO 7 – Bonacina decide di dargli fiducia e lo manda in campo nello starting five ferrarese. Il cubano parte bene, mette in ritmo i propri compagni ed è preciso al tiro. Già otto punti nel primo tempo. Mette in difficoltà la difesa imolese con velocità e imprevedibilità. Nel finale gli viene preferito Venuto per gestire un risultato ormai acquisito, ma nella vittoria estense c’è molta farina del suo sacco.



Leaderboard Derby 2019