Il Kleb trova una sofferta quanto preziosa vittoria nel derby di mezzogiorno in diretta tv contro l’Unieuro Forlì dopo una partita combattutissima che ha visto i padroni di casa inseguire per tutto il primo tempo ed uscire alla distanza grazie alla prestazione monstre di un Mike Hall da 30 punti e 15 rimbalzi. Si tratta della quinta vittoria consecutiva per i ragazzi di coach Bonacina, sempre più dentro la zona playoff, alla vigilia di due trasferte proibitive a Treviso e Trieste da affrontare dopo la settimana di pausa dedicata alla Coppa Italia di categoria alla quale gli estensi non si sono qualificati al termine del girone d’andata.

Parte alla grande il Kleb, sfruttando l’asse Cortese-Fantoni, ma nel complesso sono le difese a prevalere sugli attacchi nei primi minuti di gioco, e a farne le spese è lo stesso capitano estense, già a quota due falli dopo 3’30”. Forlì si mantiene a contatto cavalcando l’ex di turno Castelli, e una “zingarata” di Naimy consente all’Unieuro di portarsi avanti a metà parziale (6-8). Il Kleb non trova spunti in attacco e viene punito poco dopo dalla seconda tripla di Castelli, che costringe coach Bonacina a chiamare timeout per parlarci su. I romagnoli fanno dell’intensità difensiva il proprio marchio di fabbrica e il Kleb non trova la via della retina per sei minuti consecutivi, imbrigliato dall’aggressività della truppa di coach Valli, che a un minuto e mezzo dalla fine del primo quarto tocca addirittura la doppia cifra di vantaggio sul 6-16. La rottura prolungata viene fermata da una tripla di Hall, che poi scippa palla all’attacco forlivese e lancia Rush per un facile appoggio al tabellone per il -5 ferrarese con cui si chiudono i primi 10′ di gioco.

Ferrara fa fatica anche all’inizio del secondo parziale, e la sua fortuna è che pure l’Unieuro non è precisissima nella metà campo offensiva, consentendo così ai ragazzi di Bonacina di mantenersi a distanza di sicurezza. Le polveri sono bagnate da ambo le parti, fino alla bomba di Hall che prova a caricarsi la squadra sulle spalle (16-21). E’ una partita sporca, cattiva, di certo non di quelle da ricordare sul piano dello spettacolo, ma Ferrara ha il merito di non mollare un centimetro e si riporta sotto con una penetrazione di Moreno che si guadagna pure un giro in lunetta per il -3. Forlì trova un nuovo mini break sfruttando la fisicità di Diliegro, che mette in grossa difficoltà Molinaro sotto le plance e consente ai suoi di tornare – in un amen – alla doppia cifra di vantaggio (23-33). Ferrara però non demorde e a due minuti dall’intervallo trova la reazione con un parziale di 8-0 tutto cuore, prima che un fallo antisportivo (discutibile) fischiato a Panni consenta a Forlì di mettere la testa avanti di quattro lunghezze alla pausa lunga (35-39).

L’inizio del secondo tempo è un assolo di Hall, che con tre giocate stratosferiche firma l’immediato sorpasso e costringe Forlì al minuto di riflessione in panchina. La Bondi ci crede ma deve fare i conti anche con gli avversari, che trovano da Severini i canestri che non ti aspetti. E’ una partita fisica, che a metà terzo quarto vede le due squadre in perfetta parità a quota 46, prima dell’ennesimo mini strappo Unieuro (48-53). Ferrara però non ne vuole sapere e due tiri liberi di Fantoni la riportano ad un possesso di distanza, prima del contropiede di Rush per la nuova parità. Ma è dentro l’area pitturata che la partita può svoltare. Fantoni domina a lungo e soprattutto carica di falli i lunghi forlivesi, mettendo in difficoltà soprattutto il giovane Thiam. Ci pensano poi una tripla di Panni e un appoggio di Cortese a regalare il + 5 agli estensi, prima del buzzer beater di Naimy che riporta l’Unieuro a tre lunghezze di distanza (63-60).

L’esito è tutt’altro che scontato, ma quando la palla scotta è Hall a salire in cattedra. L’americano raccoglie dalla spazzatura qualunque cosa gli passi per le mani e trasforma gli errori al tiro del Kleb in secondi possessi preziosissimi: una tripla di tabella di Panni porta Ferrara sul +8 al 32′, e se poi si mette in moto anche Cortese per Forlì si fa durissima (73-62). L’Unieuro si affida allora alle magie di Naimy e alla solidità di Diliegro per provare a ricucire il gap, ma il tentativo di rimonta si infrange sulla solidità degli uomini di Bonacina, bravi a gestire il delicato finale con un paio di canestri fondamentali di un Hall semplicemente fuori categoria (30 punti e 15 rimbalzi e 51 di valutazione complessivo) e centra la quinta vittoria consecutiva che la spinge di prepotenza verso la post season.

Kleb Ferrara – Unieuro Forlì 87-81
parziali: 11-16, 35-39, 63-60

Kleb Ferrara: Rush 13, Hall 30, Fantoni 13, Molinaro 4, Cortese 11, Panni 8, Moreno 8, Drigo ne, Carella ne, Donadoni ne. All.: Bonacina.

Unieuro Forlì: DiLiegro 21, Castelli 11, Fallucca 7, Naimy 20, Campori, Jackson 5, Severini 11, Thiam, De Laurentiis 6, Gallera ne, Bonacini ne, Del Zozzo ne. All.: Valli.



Leaderboard Derby 2019