Il Kleb interrompe la propria striscia di cinque vittorie consecutive e viene sconfitto 74-60 a Treviso da una De’ Longhi semplicemente perfetta. Ferrara quasi mai in partita, ma la sensazione è che la squadra di coach Pillastrini fosse troppo per la Bondi di oggi. Ora il calendario riserva un’altra trasferta proibitiva a Trieste, con la consapevolezza di essere ancora in piena corsa per la post-season. 

Inizio aggressivo da entrambe le parti, la De’ Longhi è tostissima in difesa e Ferrara non trova il canestro per un’eternità. Coach Bonacina è costretto a spendere subito il primo timeout della sua partita, perché al 5′ Treviso prova già ad allungare (8-0), trascinata da Brown e Fantinelli. Il primo cesto di sponda estense è di Fantoni, a cui segue quello di Rush: il Kleb è uscito bene dal timeout, ma Treviso si affida all’asse Imbrò-Brown per tenerlo a distanza di sicurezza. Il primo quarto scivola via veloce, l’intensità è altissima e le percentuali al tiro modeste. Sei punti in fila di Cortese riportano il Kleb in parità a quota 10 prima della tripla di Imbrò, ma il capitano del Kleb è indiavolato e inchioda la schiacciata del -1 con cui si chiude un primo parziale intenso quanto veloce, che Ferrara è riuscita a rimettere in piedi dopo un inizio difficile.
La tripla di Panni apre il secondo quarto e porta la Bondi per la prima volta avanti (13-15), prima della risposta di Lombardi lasciato colpevolmente libero dalla difesa estense. La De’ Longhi prende fiducia e piazza il secondo break di giornata che la riporta in un amen sul +8. Ferrara non si abbatte e prova a rimanere a contatto, ma Treviso è squadra tosta e sfrutta la propria fisicità sotto le plance arrivando a toccare il massimo vantaggio (29-18), prima del cesto di Donadoni, che però non ferma la rottura prolungata estense. La De’ Longhi si affida ad un implacabile Imbrò, che spara l’ennesima bomba della sua partita e trascina i padroni di casa alle quindici lunghezze di vantaggio. Il Kleb ha un sussulto d’orgoglio sul finale di quarto e trascinato dal suo capitano si riporta sotto la doppia cifra (38-29), sfruttando anche un piccolo calo di tensione in casa trevigiana.

Quattro punti in fila di Antonutti a inizio ripresa ricacciano indietro Ferrara, che dal canto suo fa troppa fatica a trovare la via della retina. Tripla di Musso per il +16 De’ Longhi, che in due minuti e mezzo ha già messo le cose in chiaro. Coach Bonacina chiama timeout perché Ferrara rischia di sprofondare (47-29). Fantoni prova a metterci una pezza con due canestri da sotto, ma dall’altra parte Treviso non si ferma e continua a segnare a raffica. Il Kleb è sulle gambe, travolto dall’aggressività dei ragazzi di Pillastrini, a metà terzo quarto la partita sembra già finita (58-35). A dieci minuti dal termine Treviso ha un’ipoteca sul match, con 18 punti da gestire e una Ferrara sull’orlo di una crisi di nervi, incapace di riavvicinarsi.
La Bondi trova un mini break di 5-0 firmato Panni e Rush, ma l’entusiasmo viene immediatamente sopito da una tripla di Fantinelli e da un fallo antisportivo fischiato a Moreno, che ricacciano il Kleb a un ventello di distanza (66-46). A partita ormai acquisita la De’ Longhi perde fluidità in attacco ma per Ferrara è troppo tardi, travolta dall’onda d’urto della squadra di coach Pillastrini. Il Kleb torna sulla terra dopo la striscia di cinque vittorie consecutive che l’ha proiettata in zona playoff, ed ora dovrà rimboccarsi le maniche per dare battaglia alla capolista Trieste.

De’ Longhi Universo Treviso – Bondi Kleb Basket Ferrara 74-60 (13-12; 38-29; 59-41):

TREVISO: Brown 9, Lombardi 7, Sabatini 4, Fantinelli 11, Musso 9, Negri ne, Poser ne, Barbante ne, Imbrò 17, Bruttini 5, Swann 4, Antonutti 8. All. Pillastrini.

FERRARA: Moreno 4, Cortese 16, Rush 12, Hall, Fantoni 14, Panni 9, Molinaro 3, Donadoni 2, Trombini, Carella, Dioli ne. All. Bonacina.



Leaderboard Derby 2019