C’è mancato tanto così che la Bondi facesse sua gara 1 del primo turno dei play-off scudetto, ma una cattiva gestione della palla nel momento cruciale ha permesso alla Givova Scafati di centrare il primo bersaglio e portarsi in vantaggio nella serie. Buona la prestazione della squadra di Bonacina, in odore di vittoria fino a pochi minuti dalla sirena finale e con una manciata di punti di vantaggio da gestire, ma i padroni di casa, spinti da un pubblico caldo e rumoroso, trovano le forze di ribaltare la situazione proprio sul rettilineo conclusivo. Martedì si torna in campo per il rematch, e se l’equilibrio dovesse essere questo ci sarà sicuramente da divertirsi.

Inizio fluido da ambo le parti, ed è subito lotta tra i lunghi in mezzo al pitturato, con Fantoni che risponde per le rime ai canestri di Sherrod. Ferrara non si fa intimorire dall’approccio dei campani, la partita viaggia sul filo dell’equilibrio, ed è ancora Fantoni – otto punti in un amen per lui – a trascinare il Kleb al primo vantaggio di serata (6-8). Scafati però è sul pezzo più che mai e prima con Sherrod, poi con Lawrence, si riporta avanti. Cortese permettendo, perché il capitano scalda mano e mira dall’arco dei 6,75, infilando due bombe che insieme al canestro di Rush e a due punti di Sherrod chiudono il primo parziale sul 18-18.

Le prime note dolenti arrivano ad inizio secondo quarto con un paio di palle perse banali e tanta imprecisione al tiro. Il black out, però, dura solo  lo spazio di pochi istanti, perché le fiammate di panni e Cortese risvegliano gli estensi. Ma Scafati vola, e al 15′ trova il primo mini allungo della partita sul +6 (29-23). Il timeout di Bonacina per riordinare le idee e riportare i suoi alla calma è doveroso, ma dopo qualche fischio arbitrale discutibile a favore, la Givova riprende a navigare sull’onda dell’entusiasmo e a 2’30” dall’intervallo trova addirittura la doppia cifra di vantaggio, senza strafare ma approfittando del momento difficile della Bondi. ma proprio quando la luce sembra essersi spenta senza lasciare il minimo bagliore di speranza, ecco il parziale che riapre completamente i giochi: lo 0-11 con cui il Kleb si tira fuori dal fango è firmato dalla coppia Rush e Fantoni, e solamente un canestro in avvicinamento di Crow mette la parola fine ai primi venti minuti con la Bondi ad una sola lunghezza di svantaggio dai campani.

Sono due bombe del capitano ad aprire la ripresa, mentre Scafati si affida ai propri lunghi. A Ferrara però continua a mancare Mike Hall, ancora a secco di punti e completamente fuori dal match. Ci pensa allora Rush, con un bel canestro in arresto e tiro, a tenere viva la fiammella in casa Bondi, seguoto dall’ennesima tripla di serata di Cortese (47-47). Adesso la partita si è accesa anche sul piano nervoso, e la tensione dei play off comincia a farsi sentire. Finalmente scocca l’ora di Hall, che al 29′ trova i primi due punti della sua serata, ma è ancora troppo poco per un giocatore della sua esperienza e del suo carisma. Quando si entra negli ultimi dieci decisivi minuti Ferrara è ancora lì, sotto di uno, a cercare il colpaccio.

Che sembra poter arrivare quando all’improvviso si accende proprio Hall, il grande assente di serata fino a questo momento. Con due sue triple consecutive, il Kleb raggiunge le cinque lunghezze per il massimo vantaggio, costringendo coach Perdichizzi a chiamare timeout, perché Ferrara ora ci crede per davvero. La furia di Hall sembra non volersi fermare, come dimostrato dall’incredibile assist no look dietro la schiena per il taglio di Moreno, ma Scafati non ci sta e risponde con la schiacciata di Sherrod. Adesso è un botta e risposta continuo, gli animi si scaldano vista l’importanza della posta in palio, e gli ultimi tre minuti sono adrenalina pura, con Ferrara avanti di una lunghezza. Gli ultimi istanti, però, premiano Scafati, che, sospinta anche dal calore del proprio pubblico e aiutata da una gestione non esattamente lucida da parte degli uomini di Bonacina, chiude sul 73-70 e si mette in tasca la prima gara di una serie che si prospetta molto lunga.

Givova Scafati-Bondi Kleb Basket Ferrara 73-70 (18-18; 37-36; 53-52)

SCAFATI: Lawrence 23, Crow 10, Trapani ne, G. Spizzichini 3, Romeo 9, Ammannato 6, Pipitone 2, S. Spizzichini 4, Santiangeli , Sherrod 16. All. Perdichizzi.

FERRARA: Mancini ne, Rush 11, Drigo ne, Hall 10, Fantoni 11, Carella ne, Donadoni ne, Molinaro 4, Cortese 22, Panni 8, Moreno 4. All. Bonacina.

 



Leaderboard Derby 2019