La De’ Longhi non si fa sorprendere dall’entusiasmo della Bondi e vince d’autorità gara 1 con una grandissima prova di squadra. Il primo quarto vola via in un baleno perché Treviso parte in quarta, spingendo senza indugiare il piede sull’acceleratore. Ferrara prova a rispondere con Rush (7) e Fantoni (6), ma perde due palloni sanguinosi – entrambi di Cortese – e permette ai padroni di casa di piazzare il primo parziale della partita: al 5’ il tabellone recita 19-10, a far la voce grossa sono Brown (8), Musso e Antonutti (5 a testa). Però al 10’ la Bondi riesce a limitare i danni, chiudendo a due possessi di distanza. Nel secondo la De’ Longhi fatica maggiormente a imporre il proprio ritmo, ma questo non le impedisce di scappare sul +15 (36-21) al 14’. Positiva per la Bondi è solo la situazione falli, per il resto è una tragedia: le palle perse fioccano (6) e Hall è fuori partita, con un linguaggio del corpo a dir poco preoccupante. Così Bonacina chiama time-out, unica soluzione per provare a risolvere la rottura prolungata della sua squadra. In effetti dopo il minuto di sospensione l’attacco di Ferrara gira meglio – Rush segna 5 punti, Panni 3 e Hall 2 – gli ospiti non riescono a ricucire lo strappo, soprattutto perché Antonutti (16) è una costante spina nel fianco per la difesa estense. E così al 17’, dopo la tripla dall’angolo di Sabatini (per la quale la panchina della Bondi protesta parecchio perché forse arrivata fuori tempo massimo), Treviso è ancora in completo controllo del match: 48-32. Però sul finale di primo tempo i canestri di Fantoni prima, e la bomba da fenomeno di Hall a fil di sirena poi, riavvicinano sensibilmente Ferrara, che va negli spogliatoi per l’intervallo sotto di 11 lunghezze. Un lusso, visto il dominio di Treviso per lunghi tratti.

Anche nella ripresa il ritmo è abbastanza basso e nessuna della due squadre riesce a piazzare un break degno di nota, almeno fino a metà terzo quarto, quando Ferrara non sfrutta l’antisportivo fischiato ad Antonutti, ed invece Treviso vola e torna a +15 (67-52) grazie alle due triple consecutive di Musso al 26’. Dopo il time-out chiamato da Bonacina, Panni prova a rimettere la Bondi in scia con una tripla delle sue, ma la De’ Longhi non sta a guardare e con Imbrò e Lombardi scappa di nuovo via, fissando il massimo vantaggio di serata sul +17 (74 – 57) al 30’. Che diventa +20 ad inizio ultimo quarto dopo la bomba in transizione di Swann. Da lì sono 10’ di show-time dei padroni di casa che fanno divertire i tanti sostenitori al Pala Verde.  Gara 2 in programma martedì, sempre al Pala Verde di Treviso, palla a due alle 20,30.

De’ Longhi Treviso – Bondi Ferrara 94 – 74
Parziali: 25 – 18; 51 – 40; 74 – 57.

De’ Longhi Treviso: Brown 14, Sabatini 5, De Zardo 5, Bruttini 4, Swann 10, Musso 13, Antonutti 19, Rota, Imbrò 5, Fantinelli ne, Negri, Lombardi 12. All.: Pillastrini.

Bondi Ferrara: Rush 12, Drigo ne, Hall 7, Fantoni 13, Carella, Donadoni, Molinaro, Cortese 19, Panni 18, Moreno 5. All.: Bonacina.

Arbitri: Brindisi, Cappello, Wasserman.



Leaderboard Derby 2019