Giornata di festa al Country Club di Fossadalbero, dove sabato pomeriggio si è giocata la sedicesima edizione del trofeo “Lucio Mongardi“. Otto le squadre coinvolte: SPAL, Juventus, Padova, Lazio, Atalanta, Hellas Verona, Bologna e Parma, divise in due gironi da quattro, tutte formate da piccoli calciatori classe 2007. Per la cronaca, la finalissima è stata vinta dal Padova per 3-1 contro i pari età della Lazio. A completare il podio l’Atalanta, che nella finale per il terzo posto ha avuto la meglio sulla SPAL.

Non riesce a contenere la soddisfazione Daniele Azzi, organizzatore della manifestazione insieme a Marco Mongardi, figlio di Lucio, stremato ma felice dopo aver passato una giornata intera sotto il sole di Fossadalbero a controllare insieme al suo staff che tutto andasse alla perfezione: “E’ stata una giornata meravigliosa passata in una splendida location. La mia preoccupazione principale è rivolta alle squadre, voglio che si trovino bene, che non ci siano problemi per il cibo e per l’organizzazione. E’ venuta tantissima gente e sono felice per Lucio“. In campo si sono viste anche giocate di discreta qualità, anche se il risultato in occasioni come queste passa in secondo piano: “Il livello mi è sembrato medio-alto. Parliamo pur sempre di ragazzi di undici anni che possono essere già considerati dei mini talentini. Per me l’importante è che ci fosse gioia nell’assistere a questo tipo di torneo. Sono contento di essere riuscito ad organizzare questo torneo con Marco, il figlio di Lucio, e spero che ne seguano tanti altri. Siamo arrivati alla 16^ edizione, credo che ce ne sarà una 17^ e cercheremo di ampliarci sempre di più. Ora siamo arrivati a livello nazionale, proveremo il prossimo anno a fare qualcosa in più, magari coinvolgendo qualche squadra estera“.

Anche per Marco Mongardi è stato un pomeriggio ricco di emozioni: “Sono contentissimo, è stata una bella giornata di divertimento e di sport. Ho visto tante facce sorridenti e il meteo ha contribuito a far passare a tutti quanti delle ore piacevoli. Sono venute tante persone e anche tanti amici di mio padre, e questo mi riempie di orgoglio. Per quanto riguarda le partite giocate si è vista tanta qualità e il Padova ha confermato la sua forza in questo torneo“.

A premiare la squadra vincitrice della 16^ edizione del trofeo Lucio Mongardi è stata la moglie Greta, mentre Francesco Colombarini, patron della SPAL, ha consegnato la coppa per la terza classificata all’Atalanta.



Leaderboard Derby 2019