Con tutta probabilità Michele Castagnetti sta iniziando a maturare il sospetto che le promozioni in serie A non siano poi questo grande affare. Almeno non per lui, che per il secondo anno consecutivo sarà costretto a ricominciare daccapo, visto che non è stato riscattato dall’Empoli vincitore della serie B. Non gli è bastata una stagione da 39 presenze e 1 gol (e che gol), da titolare fisso sia con Vivarini sia con Andreazzoli. Il club toscano, che l’aveva prelevato in prestito a luglio 2017, ha infatti deciso di non esercitare il proprio diritto di riscatto (si parla di 1,5 milioni) per puntare su profili di tipo diverso e così “Casta” tornerà ad essere, momentaneamente, un giocatore della SPAL.

Si tratterà solo di una formalità di carattere contrattuale visto il contratto con scadenza giugno 2019, allungato un anno fa proprio per consentire il prestito all’Empoli. Il centrocampista di Montecchio Emilia infatti non rientra nei piani tecnici di Vagnati e Semplici e dopo le vacanze inizierà l’avventura con un’altra squadra. La SPAL punta a una cessione definitiva, facendo leva sull’interesse di diverse squadre di serie B: si è parlato, tra le altre, di Benevento, Cremonese e Padova. Le cronache di mercato più recenti segnalano i grigiorossi in vantaggio sulle concorrenti. Castagnetti quindi si prepara al terzo campionato di B consecutivo, con la speranza di guadagnare ancora una volta sul campo una categoria che gli è sfuggita già due volte.



leaderboard Coop Reno