A quanto pare il Napoli non ci ha dovuto pensare granché: nella serata di giovedì è arrivata la notizia – lanciata da Gianluca Di Marzio di Sky – del contro-riscatto di Alberto Grassi, ad appena 24 ore di distanza dall’offerta formulata dalla SPAL. I biancazzurri avevano fatto uno sforzo per soddisfare il requisito degli otto milioni di euro contenuto nell’accordo stipulato nel 2017, ma il club di De Laurentiis ha deciso di esercitare la propria contro-opzione, aggiungendo 500mila euro. Il giocatore così torna così sotto il pieno controllo del Napoli, che ora potrebbe scegliere di usarlo come pedina di scambio in altre trattative. Rimane aperto ogni scenario: se Grassi non dovesse rientrare in altre trattative, potrebbe anche aprirsi la possibilità di un prestito in termini diversi più avanti. Anche se allo stato attuale è più realistico pensare che la SPAL possa concentrare le proprie risorse per l’acquisizione di un giocatore diverso.



Leaderboard Derby 2019