A venti giorni dal suo sbarco negli Stati Uniti l’ex biancazzurro Momodou Pa Konate ha fatto il suo debutto ufficiale con la maglia dell’FC Cincinnati, prendendo parte alla facile vittoria degli arancioblù (5-1) contro l’Atlanta United. L’esterno svedese, attualmente in prestito dalla SPAL, ha giocato 62 minuti da titolare prima di essere sostituito, rimediando anche un’ammonizione. Tra le altre cose, negli highlights pubblicati dai canali ufficiali della squadra americana lo si vede chiamare il pallone in almeno due azioni da gol, senza successo.

L’allenatore dell’FC Cincinnati, Alan Koch, si è espresso così nel post partita: “Penso abbia giocato bene. Era complicato arrivare e adattarsi rapidamente. Nel primo tempo ha giocato sul lato del campo che in genere viene usato per il baseball, quindi per lui era davvero difficile controllare il pallone. E’ andato sul sicuro, giocando semplice, che a conti fatti è la cosa migliore da fare quando si debutta. Non doveva provare niente di particolarmente elaborato e concentrarsi sulla ricerca dell’intesa con i propri compagni. Sono contento del suo minutaggio e penso gli consentirà di crescere da qui in avanti“.
L’FC Cincinnati attualmente sta dominando la Eastern Conference della United Soccer League (il secondo livello del calcio USA) con 54 punti totali in 16 partite, 9 in più degli inseguitori più vicini.

Che Pa Konate sia tenuto in grande considerazione dalla sua nuova squadra si capisce anche dalla sua presenza nelle copertine pre-partita realizzate periodicamente dalla squadra dell’Ohio. Il prestito dell’esterno classe 1994 può essere convertito in trasferimento definitivo nel 2019, quando l’FC Cincinnati sbarcherà nella MLS, il livello più alto del calcio a stelle e strisce.



Leaderboard Derby 2019