Il divario di tre reti tra Fiorentina e SPAL ha reso ovviamente diverso il post-partita di Stefano Pioli e Leonardo Semplici. Di seguito le loro considerazioni nella sala stampa del “Franchi”.

LEONARDO SEMPLICI
“E’ successo che abbiamo trovato una squadra in salute e che sapevamo di essere diversa da noi per valori e caratteristiche. Al di là dei meriti della Fiorentina, vanno sottolineati gli errori nostri sui primi due gol, oltre che le possibilità mancate in attacco. Tutti questi errori finora non s’erano visti, fortunatamente li abbiamo fatti tutti in una volta e speriamo di averli esauriti. Quando si va sotto così in questo stadio non è facile recuperare la partita. Per noi era un esame e siamo stati rimandati a settembre. Volevamo senz’altro fare punti e un altro tipo di partita, analizzeremo bene gli errori e ripartiremo. La reazione dopo lo svantaggio c’è stata e infatti abbiamo avuto un’occasione netta, ma non l’abbiamo capitalizzata. Mi dispiace perché siamo partiti un po’ titubanti e impauriti in avvio. Veniamo da un percorso di un certo tipo, ma ciò non toglie che dobbiamo migliorarci. Faremo tesoro di questa sconfitta, è sempre stata la nostra forza. Le cause dell’approccio? Abbiamo speso tanto lunedì. Volevamo fare una grande partita contro l’Atalanta in una serata speciale e ci siamo riusciti. L’abbiamo un po’ pagata sotto il profilo mentale, ma anche fisico. Non possiamo perdere un certo tipo di atteggiamento se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo. Stasera non è stata una partita da SPAL. Non siamo partiti come avevamo in mente. La Fiorentina ha creato superiorità numerica a centrocampo e noi non uscivamo mai con i tempi giusti e l’aggressività necessaria. Loro sono stati molto bravi a entrare tra le linee e questo ci ha creato difficoltà. Però non credo che a condizionarci siano stati i complimenti ricevuti in settimana. Quelli ce li siamo meritati, se hanno parlato di noi è perché abbiamo fatto ottimi risultati. Si tratta di recepire le attenzioni nella maniera giusta, ma non direi che stasera siamo stati presuntuosi. Anzi, bisognava avere un atteggiamento più spregiudicato. Invece abbiamo iniziato intimoriti e abbiamo commesso errori che hanno messo in discesa la partita della Fiorentina”.

STEFANO PIOLI
“E’ giusto dare merito alla squadra per la prestazione. La SPAL arrivava con continuità ed entusiasmo e anche col Toro aveva fatto bene, pur perdendo. Abbiamo tenuto il campo molto bene da subito, malgrado avessimo preparato la partita con pochissimo tempo. Siamo stati bravi noi a impedire alla SPAL di essere pericolosa, bene per 95 minuti. Nella ripresa ho tolto Biraghi per via dell’ammonizione, anche perché Lazzari era stato l’unico a crearci dei problemi. Temevo potesse prendere il secondo cartellin o giocare col freno a mano tirato. Hancko comunque ha interpretato bene il ruolo, pur avendo caratteristiche diverse”.



leaderboard Coop Reno